CONDIVIDI

Come difendere i bambini dalle zanzare

zanzare bambini

L’arrivo delle alte temperature coincide di norma con la comparsa delle odiosissime zanzare, che rovinano le passeggiate e turbano il sonno di grandi e piccini, oltre a lasciare sul nostro corpo quei pizzichi che ci provocano tanto prurito.

Cosa possiamo fare per difendere i pargoli dagli attacchi di questi insetti? Per prima cosa bisogna creare barriere fisiche che impediscano il loro avvicinamento, quindi sarebbe opportuno posizionare zanzariere nelle porte e nelle finestre o sulla culla e carrozzina del piccolo. Esistono però anche barriere naturali. Le zanzare non gradiscono gli odori forti, perciò mettere sul balcone o in giardino fiori come i gerani, o piante di basilico e citronella, dovrebbe aiutarci a tenerle alla larga.

Quando siamo fuori di casa, invece, possiamo difendere i bambini applicando sui loro vestiti dei cerotti alla citronella (utili anche per gli adulti) o dei braccialetti con la stessa sostanza.

L’utilizzo di prodotti contro questo tipo di insetti è strettamente legato all’età dei bambini. Fino a tre mesi non si dovrebbe applicare niente sulla pelle del piccolo, ma difenderlo tramite le barriere che abbiamo citato prima, dopo i tre mesi e fino ai due anni è possibile utilizzare prodotti a base di citrodiolo (al 30-50%), dai 2 ai 12 anni quelli contenenti icaridina (20-30%). Oltre i 12 anni, invece, si può passare al repellente più efficace contro le zanzare, il Deet, contenuto in vari prodotti.

Come saprete, esistono anche altri rimedi, come i diffusori elettrici e le spirali, ma non è consigliabile utilizzare questi prodotti in ambienti chiusi e in presenza di bambini. In caso di impiego, ricordate di aerare bene la stanza prima di soggiornarci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.