Xerosi cutanea sintomi

Quali sono i sintomi che caratterizzano la xerosi cutanea?

A livello visivo, la pelle risulta essere decisamente meno elastica e compatta. Talvolta però, può essere accompagnata da:

Se la situazione dovesse peggiorare, il soggetto affetto da xerosi cutanea potrebbe avvertire anche dolore e incrementare possibili allergie/irritazioni.

Ovviamente, la sintomatologia varia a seconda del caso specifico. Questo perché come vi abbiamo già detto in precedenza, le cause della xerosi cutanea possono essere svariate. Infatti, alla base di tutto potrebbe esserci uno scarso apporto di acqua (dettato da una scorretta alimentazione), oppure:

  • Il freddo
  • La genetica
  • L’avanzare dell’età
  • Un’eccessiva esposizione al sole
  • Clima ventoso e secco
  • L’utilizzo di cosmetici non idonei

Xerosi cutanea trattamento

A questo punto ci si chiede: in che modo è possibile trattare la xerosi cutanea?

Poiché l’entità del problema varia a seguito di alcuni fattori, è chiaro che non esista una cura universale.

Tuttavia, in linea generale la xerosi si può monitorare attraverso l’utilizzo di prodotti specifici. Solitamente, si trovano in erboristeria, proprio perché l’aiuto della natura risulta essere fondamentale. Tra i metodi più gettonati troviamo la vaselina.

Essa è perfetta per combattere la xerosi cutanea, in quanto svolge un’azione emolliente ed allo stesso tempo protettiva. Di conseguenza, crea una specie di barriera cutanea, rendendola quasi impermeabile nei confronti degli agenti esterni (ad esempio il caldo secco, il freddo eccessivo e così via).

In alternativa, è possibile optare per una serie di prodotti a base di polimeri. Così facendo, la cute riesce a riacquistare tutta l’elasticità perduta. In tal caso, è impossibile non pensare a tutti quei cosmetici contenenti acido ialuronico o collagene.

Essi si utilizzano spesso in età adulta, con lo scopo di ringiovanire la pelle o meglio rallentare il processo di invecchiamento cutaneo. Pertanto, applicandoli in caso di xerosi cutanea, si avrà modo di contrastare la secchezza dell’epidermide. In commercio se ne trovano tantissimi, anche a prezzi abbordabili.

Ulteriori consigli

Per combattere la xerosi cutanea risulta fondamentale prendere una serie di accorgimenti.

Come vi abbiamo già detto in precedenza, la prevenzione gioca un ruolo fondamentale. Pertanto, non è sufficiente applicare prodotti a base di acido ialuronico o collagene ma scegliere con cura tutti i cosmetici che utilizziamo nella quotidianità.

Ad esempio, è preferibile usare dei prodotti ad azione idratante ed evitare per un po’ quelli ad azione esfoliante. Questo perché la pelle tenderebbe a seccarsi ulteriormente, andando a peggiorare la situazione.
Ma non è tutto. Ricordatevi anche di optare per creme di qualità, controllando sempre la scadenza presente sulla confezione. Inoltre, vi consigliamo di sospendere per un po’ l’utilizzo dei saponi. Essi tendono ad alterare la barriera protettiva della pelle, comportandosi in maniera aggressiva.

E’ bene anche cercare di trascorrere le giornate in ambienti idonei. Di conseguenza, sarà bene evitare tutte quelle situazioni di caldo secco o freddo eccessivo. Prediligete l’aria naturale rispetto a quella condizionata. Ad esempio n inverno, proteggete le vostre mani utilizzando dei guanti. Per quanto riguarda il vestiario, prediligete tessuti come il cotone o la seta, evitando invece quelli sintetici.

Infine, evitate per un po’ tutti quei profumi o prodotti che potrebbero irritare la pelle a lungo andare.

Nella maggior parte dei casi, la xerosi cutanea non è un fenomeno preoccupante, poiché scompare seguendo semplici consigli. Tuttavia, se a seguito dei vari accorgimenti la xerosi cutanea non dovesse regredire, vi consigliamo di rivolgervi ad un medico esperto (ad esempio un dermatologo).

Spiegategli la situazione nel dettaglio ed egli sarà in grado di prescrivervi la cura che fa per voi. Specialmente nel caso in cui doveste riscontrare episodi di sanguinamento cutaneo, è bene non sottovalutare il problema.

Xerosi cutanea: cause e prevenzione

Se si soffre di Xerosi cutanea  la pelle è solitamente ruvida e tesa, appare spesso screpolata e squamosa e tende a causare prurito. C’è dunque un’eccessiva aridità della cute.

Diversi possono essere i fattori che causano la Xerosi cutanea. Solitamente c’è  una predisposizione genetica, ma può essere anche una normale conseguenza dell’invecchiamento cutaneo.
L‘ umidità, il clima rigido o un’esposizione al sole prolungata alterano il naturale stato di idratazione della pelle danneggiandone così lo strato protettivo.  La pelle, a causa della xerosi, non appare più elastica e perde la naturale plasticità.

Cosa si può fare per prevenire questo disturbo?

Innanzitutto bere molta acqua per idratare la pelle. Preferire la doccia tiepida al bagno in vasca per limitare la dispersione di liquidi. Mangiare cibi ricchi di vitamine. Evitare di tenere i riscaldamenti in casa o in ufficio troppo alti. Evitare l’eccessiva esposizione al sole,  usare una crema solare con con un fattore protettivo elevato e utilizzare una crema idratante e nutriente quotidianamente. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.