CONDIVIDI

LA VITAMINA D E’ CORRELATA ALLA QUALITA’ DEL SONNO E AL DOLORE CRONICO

La vitamina D è una vitamina liposolubile che svolge molteplici funzioni ovvero favorisce l’assorbimento di calcio e fosforo a livello intestinale, favorisce il riassorbimento di calcio a livello renale ed è coinvolta nei processi di mineralizzazione dell’osso. Ma queste non sono le uniche funzioni svolte dalla vitamina D, la quale sembra essere correlata alla qualità del sonno e alla percezione del dolore.

Una review di studi ha valutato i livelli di vitamina D nel sangue di individui che dormono poche ore al giorno ed in quei soggetti che avvertono dolore cronico come ad esempio i pazienti con fibromialgia. Dagli studi presi in esame è emerso che chi dorme poche ore al giorno ha livelli di vitamina D inferiori a 30 ng/ml, come ad esempio gli individui che dormono meno di 5 ore a notte. Per quanto riguarda il dolore, invece, è stato visto che la somministrazione di vitamina D riduce il dolore in condizioni quali mialgia, artrite e dolore muscoloscheletrico cronico.

Qualità del sonno e vitamina D, quindi, si influenzano a vicenda ed insieme sono in grado di modificare la percezione del dolore. Inoltre la vitamina D è in grado di modulare il nostro sistema immunitario per cui è necessario avere livelli sierici ottimali di vitamina D per far sì che il nostro sistema immunitario funzioni al meglio.

Le sorgenti di vitamina D sono essenzialmente due: l’alimentazione e la sintesi endogena. Gli alimenti che contengono vitamina D non sono molti, rientrano tra questi gli oli di alcuni pesci, il tuorlo d’uovo che ne contiene piccole quantità ed il latte, che viene spesso arricchito di questa vitamina. La fonte principale di vitamina D è il sole, per questo motivo viene definita “vitamina del sole”; quando i raggi ultravioletti della luce solare colpiscono l’epidermide, il 7-deidrocolesterolo, viene trasformato in previtamina D e successivamente diventa vitamina D a causa della temperatura della cute.

È ovvio che nei pazienti con dolore cronico sia la sintesi endogena che l’assunzione alimentare di vitamina D è insufficiente, per cui in questi casi è necessaria l’integrazione di vitamina D mediante specifici integratori.

Dott. Francesco Garritano
Tel: 3472481194
E-mail: info@francescogarritano.it
Sito: www.francescogarritano.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.