CONDIVIDI

Sviluppatore viola profilo di Zuckerberg

mark-zuckerberg-

 

zuckpost

Brutto colpo per i gestori e gli utenti di Facebook, traballa la sicurezza sulla privacy del più famoso social network del mondo. Il profilo di Mark Zuckerberg, padre fondatore del sito, è stato violato da uno sviluppatore che sostiene di avere agito a fin di bene.

Molto eloquente il modo in cui Khalill Shreateh, che dice di provenire dalla Palestina, si è presentato sulla bacheca di Zuckerberg “Scusami Mark per aver violato la tua privacy e aver scritto sulla tua bacheca. Non avevo altre scelte per diffondere quello che avevo già segnalato al team di Facebook.” Quindi, alla base del clamoroso gesto, ci sarebbero ripetuti messaggi di avvertimento dell’hacker, segnalazioni che i vertici Facebook avrebbero ignorato, da qui il gesto “estremo” per dimostrare di aver ragione.

Tra gli utenti del social network aleggia ora una certa preoccupazione, se anche il profilo più protetto è stato violato, i dati di tutti gli iscritti possono essere in pericolo? Motivo in più per utilizzare Fb con molta cura, stando attenti alle informazioni personali che si caricano su internet.

Le buoni intenzioni di Khalill Shreateh sembrerebbero confermate dalla valanga di proposte di lavoro che l’uomo sta ricevendo in queste ore, tutte rigorosamente provenienti da aziende esterne a Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.