Nelle ultime news si parla di Vincenzo De Luca indagato per falso e truffa.

Sembrerebbe che la storia avesse inizio ancor prima del lockdown. Il motivo che risiede dietro tale accaduto riguarda la sua decisione nell’aver inserito gli ex vigili nel ruolo di membri dello staff delle relazioni istituzionali in Regione. Ma in realtà, queste persone erano totalmente sprovviste di titolo.

Secondo quanto riportato da vari giornali, tutto cominciò nel 2017. Facendo luce sul caso, Vincenzo De Luca, stava procedendo contromano in una via di Salerno ed urtò una moto con a bordo una giovane ragazza, di soli 22 anni. A seguito di ciò, scoppiarono varie polemiche, specialmente riguardo il suo autista.

Quest’ultimo sembrerebbe essere un ex vigile urbano che casualmente ora risulta essere alle dipendenze della Regione. Proprio dal momento in cui De Luca divenne governatore. Un po’ strano vero?

De Luca e i favoreggiamenti

La procura di Napoli sta indagando in merito. Ora Vincenzo De Luca risulta indagato per falso e truffa.

Questo perché avrebbe fatto un favore a dei vigili urbani, dando loro un incarico privilegiato. E pur non disponendo della formazione necessaria, avrebbero ricevuto un bell’aumento di stipendio.

Secondo la difesa, non c’è stata alcuna violazione della legge, né tantomeno si può parlare di spreco di soldi dei contribuenti. E sempre secondo quanto riportato da vari giornali gli ex vigili in questione sarebbero: Claudio Postiglione (il quale si trovava alla guida dell’auto al momento dell’incidente), Giuseppe Muro, Gianfranco Baldi e Giuseppe Polverino. Tuttavia, nessuno di loro risulterebbe indagato.

Insomma, una storia che genera numerosi dubbi, specialmente in termini giudiziari e decisionali. Molto probabilmente, si parla di un’archiviazione del caso. Il motivo risiede nel fatto che risulta difficile riuscire a trovare un provvedimento idoneo alla situazione, forse perché si hanno pochi elementi a disposizione.

Pertanto, si faranno ulteriori accertamenti, così da poter comprendere se De Luca sia davvero un truffatore o meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.