CONDIVIDI

Salvini vuole abolire il valore legale della laurea

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, ha espresso il desiderio di voler abolire il valore legale della laurea. Egli stesso ha infatti dichiarato che: “dovremo rimettere mano alla riforma della scuola e dell’università”. Per una battaglia contro la scuola e l’Università che negli ultimi anni sono stati serbatoi elettorali e sindacali. Motivo per cui l’abolizione del valore legale titolo di studio è una questione da affrontare”.

In sostanza, quindi, la laurea non dovrebbe più essere un requisito indispensabile per accedere ai concorsi pubblici e di conseguenza fare carriera. 

Salvini ospite alla scuola politica della Lega a Milano, ha spiegato poi che: “Negli ultimi anni la scuola e l’università sono stati serbatoi elettorali e sindacali: ecco perché l’abolizione del valore legale del titolo di studio è una questione da affrontare”.

Il Ministro dell’istruzione Marco Bussetti però risponde al Ministro frenandolo. Egli infatti a tal proposito afferma: “”E’ un tema di cui si dibatte da tanti anni, ma in questo momento non è in programma, non è detto che poi possa essere analizzato in futuro”.

Questo dunque non è un no secco, più che altro un “vedremo”. Questo perché in passato ci sono stati molti progetti di legge per togliere il valore legale della laurea, e ce ne sono anche da parte del Movimento Cinque Stelle. 

Ma Bussetti spiega che in questo momento le priorità sono altre. In primo luogo si lavora a “delle modifiche che che creino maggiore semplicità, certezze e percorsi giusti e mirati per arrivare ad ottenere quello di cui la scuola ha bisogno e per il bene degli studenti”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.