CONDIVIDI

La particolare storia di Martine

Si chiama Martine Rothblatt, ed è la manager più pagata degli Stati Uniti. Ma non si tratta solo di soldi, la storia di questa 59enne è davvero particolare e molto interessante.

Sposata e con quattro figli, un giorno ha comunicato alla moglie Bina Aspen di voler cambiare sesso. E così Martin è diventato Martine.

Un desiderio custodito e alimentato negli anni, una volontà a cui la consorte non si è opposta “ti ho sposato per la tua anima, non per il colore della tua pelle o per altre caratteristiche fisiche”, le ha detto. Hanno informato i figli sul fatto che il papà sarebbe diventato una donna ma avrebbe comunque continuato ad essere il loro padre, e la mamma sua moglie. E così è stato, per 33 anni.

Ma non è tutto, la vita di Martine ci riserva ancora delle sorprese. La manager aveva scoperto che uno dei suoi figli aveva una malattia rara. Non c’erano cure, a parte una medicina molto fastidiosa e poco efficace. Secondo i medici sarebbe morto nel giro di un paio di anni.

Martine, però, non si arrese. Scoprì che esisteva un’altra medicina, ma non era ancora stata sviluppata.

Decise allora di fondare una compagnia farmaceutica, con l’obbiettivo di rendere utilizzabile il farmaco. Quella compagnia è ora un’azienda, United Therapeutics, da 5 miliardi di dollari. Il figlio malato, oggi trentenne, lavora nell’azienda nata per salvargli la vita.

Solo il 5% delle 500 principali aziende americane ha un AD donna. E nella lista dei 200 CEO più pagati degli USA risultano solo 11 nomi femminili. In testa, con un compenso pari a 38 milioni di dollari annui, c’è proprio Rothblatt.

“Non posso dire che quel che ho costruito equivale alla conquista di una donna. Per la prima parte della mia vita sono stata un uomo”, ha dichiarato al New York Magazine, che le ha dedicato la copertina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.