Il ricercatore in questione è Barese e si chiama Gabriele Grittani. Il giovane dottore sostiene che sarà possibile bruciare alcuni tumori in un secondo grazie proprio all’utilizzo di fasci di elettroni generati via laser.

Una scoperta decisamente sensazionale che oggi è in via sperimentale. Il giovane lavora nel centro di ricerca Eli-Beamlines di Dolni Brezany, a pochi chilometri da Praga. Grittani ha quindi brevettato il nuovo sistema che promette maggiore efficacia nella lotta al cancro, in particolare nella cura alle neoplasie al polmone e alla prostata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.