CONDIVIDI

Tumore al cervello e la proteina ID2

Una recente scoperta apporta nuovi passi avanti nella lotta contro il tumore al cervello. Un team di ricercatori della Columbia University di New York, diretti da Antonio Iavarone e Anna Lasorella, ha individuato il meccanismo che favorisce lo sviluppo del glioblastoma, il più aggressivo e diffuso dei tumori cerebrali. Questo meccanismo è strettamente legato a una proteina, la ID2.

Tumore al cervello: il ruolo della proteina ID2

La proteina ID2 favorisce la riproduzione di una popolazione di cellule cancerogene, le cellule staminali tumorali, che dà inizio al cancro e ne sostiene la crescita. La ID2 è responsabile di una serie di eventi che favoriscono lo sviluppo e la crescita del tumore. Da qui l’importanza di capire – ed è questo l’obbiettivo della ricerca – in che modo viene attivata la proteina e come essa, una volta “accesa”, possa promuovere la crescita delle cellule staminali tumorali.

Gli scienziati ritengono che “disattivando” la ID2 si possa bloccare la crescita del tumore o prevenirne la ripresa dopo un intervento chirurgico.

“L’ID2 consente alle cellule più maligne del glioblastoma di adattarsi a condizioni sfavorevoli, sopravvivere anche in condizioni estreme e continuare a moltiplicarsi senza perdere l’identità staminale”, spiega Lasorella.

Da qui l’importanza di trovare il modo di disattivare farmacologicamente la proteina, tale disattivazione, infatti, “priverebbe il tumore di un circuito indispensabile al suo mantenimento.” Tuttavia, precisano i ricercatori, questa scoperta “non è ancora una cura, e ulteriori studi sono necessari prima che possa tradursi in una terapia.”

In futuro potrebbe rivelarsi preziosa anche per altre tipologie di tumore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.