CONDIVIDI

Donald Trump da sempre un modo di parlare di sè. Dopo le dichiarazioni sul muro e i licenziamenti ora il Presidente degli Stati Uniti ha fato alcune dichiarazioni sulla tortura.

Se la barriera anti migranti da costruire sul confine con il Messico era già sembrata una notizia negativa ora Trump si è espresso in modo favorevole ai metodi di tortura americani dato che ritiene in modo più che assoluto che al fuoco si debba rispondere con il fuoco.

Tortura e waterboarding

Nel corso della sua prima intervista post giuramento il tycoon ha dichiarato di credere fermamente nelle torture come il waterboarding, un metodo di tortura da lui ritenuto utile per combattere il terrorismo. 

Questi metodi saranno presto discussi insieme a James Mattis, segretario alla Difesa e Mike Pompeo, direttore della CIA.

Le dichiarazioni di Donald Trump

Nel corso della sua intervista alla Abc news, Trump ha dichiarato: “Mi affiderò a Pompeo e Mattis ed al mio gruppo e se loro non vorranno, va bene, ma se vorranno io mi impegnerò a renderlo possibile, voglio che sia fatto tutto nell’ambito di quello che è legalmente possibile. Ho parlato nelle ultime ore con persone ai più alti livelli dell’intelligence ed ho chiesto loro: la tortura funziona? La risposta è stata, assolutamente sì”.

Le parole del Presidente degli Stati Uniti arrivano in prossimità di una sua possibile firma su un ordine esecutivo che ha lo scopo di ripristinare  la detenzione carceraria per i sospetti terroristi in strutture segrete e blindatissime.

Proprio queste ultime lasciano pensare ad un ripristino totale delle vecchie tecniche di tortura.

Le parole del senatore McCain

In contrasto con Trump è il senatore John McCain: “Il presidente può firmare tutti gli ordini esecutivi che vuole ma la legge è la legge. Non possiamo riportare indietro la tortura negli Stati Uniti d’America.”

All’idea di Trump si oppone anche l’Europa e Theresa May dalla Gran Bretagna si dice pronta ad opporsi all’idea di tortura ipotizzata da Trump.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.