Se pensavate che le truffe sul Web siano nate solo da pochi anni , vi sbagliate di grosso. Restando sempre nell’ottica delle truffe via e-mail e delle caselle di posta piene di Spam, oggi parliamo della più che famosa “ Truffa alla Nigeriana”

La Truffa alla Nigeriana è un raggiro informatico che nasce nel lontano 1992 per posta, e nel 1994 per e-mail.

Esistono diverse varianti ma solitamente si viene contattati da un perfetto sconosciuto che dice di essere un personaggio famoso che cerca un prestanome per sbloccare un conto bancario a 6 zeri che per chissà quale motivo è stato bloccato.

Sono diverse le celebrità che vengono impersonate per questo raggiro, tra cui troviamo: il figlio dell’ex presidente del Congo, il figlio di un ricco commericante di cacao, o addirittura il figlio dell’ex ministro dei trasporti  della SierraLeone.

Come capire se è una Truffa o una reale E-mail?

Non vogliamo lasciarvi con la classica frase “al giorno d’oggi, nessuno ti regala niente” anzi vogliamo spiegarvi meglio. 😉

In primo luogo, seppur fosse un messaggio veritiero, l’operazione non si sarebbe mai svolta tramite posta elettronica e per lo più non sarebbe mai stata contattato un perfetto sconosciuto come voi; lo stesso invito è stato inoltre inviato a numerosissime persone e sul web (ci sono vari documenti e testimonianze che affermano sia una truffa).

Si nota spesso che il mittente usa un linguaggio generico come “Caro Amico” o “Caro Fratello” e pressa il destinatario per concludere in fretta l’affare.

Che rischi si corrono se si cade in questa trappola?

All’inizio vengono chiesti soldi dai truffatori per spews notarili e di avvocati, dopodichè si viene invitati per una visita personale in Nigeria (da cui il nome della truffa) dove nella maggior parte dei casi i malcapitati vengono rapinati e a volte uccisi.

Nel 2003 addirittura questo tipo di truffa finì in tragedia perchè a rimetterci la vita fù Micheal Lekara Wayid, che venne ucciso da un anziano furioso raggirato dal sistema.

Qualche anno più tardi John Rempel, un giovane ragazzo canadese, perse piu di 150.000$ per via di questa truffa. Negli StatiUniti sono stati stimati circa 100milioni di dollari truffati con questo sistema in un solo anno; in Italia questo metodo di truffa, è stato già trattato dal noto programma televisivo Striscia la Notizia.

A tal proposito è stata inoltre fondata una comunità chaiamata Artist Against 419 che raccoglie tutte le segnalazioni e le testimonianze di persone che hanno avuto a che fare con questo tipo di truffa.

Vi consigliamo di stare attenti poichè non è tutto oro ciò che luccica! 😀

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.