CONDIVIDI

La situazione smog a Torino è molto critica, tanto che il Comune ha chiesto alcune precauzioni ai suoi cittadini.

L’assessorato all’Ambiente dichiara che la concentrazione di Pm10 si è alzata improvvisamente a 114 mcg/mc, oltre il doppio del limite (50). Una situazione che preoccupa molto.

Il Comune ha consigliato di evitare l’attività fisica all’aperto, in particolare per bambini, anziani e chi soffre di malattie cardiorespiratorie, restando in luoghi chiusi, cercando di non aprire porte e finestre.

Anche per gli spostamenti, consigliano di velocizzarli se sono fatti in bicicletta o a piedi, onde evitare di restare troppo tempo a contatto con l’aria. In qualsiasi caso, restare lontani dalle aree troppo trafficate – cercando zone secondarie.

Dalla giornata di ieri, dalle 8 alle 19, il Comune di Torino ha bloccato le auto private compresi i diesel Euro 4, con la probabilità di estendere tale divieto anche agli Euro 5, dalla giornata di sabato in poi.

L’assessore comunale all’Ambiente Alberto Unia, spiega che queste misure restrittive, sono state prese per tutelare la salute dei cittadini e ridurre quanto possibile lo smog. Consiglia inoltre, di tenere il riscaldamento a 19 massimo 21 gradi, tenendo porte e finestre chiuse.

I cittadini torinesi, dovranno fare dei sacrifici in questi giorni, limitando gli spostamenti ed adottando mezzi di trasporto alternativi alla propria auto, in attesa che lo smog diminuisca.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.