CONDIVIDI

Le storie di ex satanisti

Sul web è facile trovare testimonianze di ex satanisti. Come quella che Cristina Kneer Vidal, ex occultista, ex satanista e spiritista di origine americana, ha rilasciato al quotidiano El Norte in merito alla festa di Halloween, definita da lei una pratica satanica:

“Migliaia di persone hanno inconsapevolmente adottato una pratica satanica e quindi stanno propiziando la crescita del satanismo in Messico, soprattutto nelle grandi città come Guadalajara e Monterrey.”

La Vidal si è detta molto preoccupata da questo dilagante fenomeno e ritiene che ogni 31 ottobre decine di giovani e bambini vengano uccisi in tutto il Messico dalle sette sataniche.

In date come quella di Halloween, racconta, vengono celebrate le “Messe nere” Iniziano con l’evocazione di Satana che spesso non si presenta perché, a differenza di Dio, non può essere ovunque. A metà della ‘messa’ sono macellati animali come gatti, cani, e quando la ‘messa’ è molto importante, come Halloween, sono fatti sacrifici umani.” Halloween rappresenterebbe, per i satanisti, il compleanno del Diavolo.

Jeff Godwin, ex satanista convertita al cristianesimo, ha raccontato la sua esperienza nel libro “The Devil’s discepole.”

“Ho iniziato ad essere coinvolta nella stregoneria all’età 17 anni e mi sono unita a una setta di adoratori di Satana. Salii rapidamente la scala del potere e prima che avessi raggiunto i 30 anni, ero arrivata al rango di super sacerdotessa della mia circoscrizione.”

Jeff ha rivelato di aver viaggiato per il mondo con l’impegno di collaborare con i satanisti di altre Nazioni e con persone che occupavano alte cariche governative negli Stati Uniti “A causa dell’alta carica che ho ricoperto per tanti anni, ero coinvolta nella pianificazione di molte tendenze che Satana ha portato in varie nazioni – spiega – Per esempio l’ intero movimento della musica rock, e non solo, è stato attentamente pianificato da lui e dai suoi servitori fin dall’inizio. Realizzavamo cerimonie speciali in vari studi di registrazione negli Stati Uniti con lo scopo di evocare maledizioni sataniche sulla musica rock registrata. Facevamo incantesimi con i quali attaccavamo demoni su ogni disco o cassetta che venivano venduti.”

Oggi si definisce una “nuova creatura”, grazie all’intervento di Dio “ Vivo una meravigliosa esperienza spirituale, ma al seguito di un Signore che mi ama e vuole il mio bene. Niente più incubi, catene o altro, ma una vita nella pace vera.”

Jeff Harshbarger è stato un satanista per 4 anni, oggi è sposato da 15 anni e ha fondato il Refuge Ministries.

“Il mio primo contatto con il satanismo avvenne nel 1978. Una tempesta di neve colse di sorpresa la mia città. Ero uno studente di 17 anni, e durante la tempesta stavo lavorando in un negozio del posto. Stavo iniziando a chiedermi come poter tornare a casa quella notte, quando il responsabile del personale del negozio, un giovane di soli 18 anni, mi invitò a stare a casa sua, a pochi passi da lì – racconta – Quella notte, lui mi rivelò la fonte della sua forza. Mi mostrò le nozioni magiche e oggetti relativi all’occulto. Più tardi, quella notte stessa eseguimmo una cerimonia, e io diedi la mia vita a Satana.”

Per anni, rivela Jeff, è stato in contatto con i demoni, fino ad arrivare sul punto di suicidarsiOggi so che solo l’intervento Divino ha potuto salvarmi dalla pistola e dal cappio. Era notte fonda – racconta – Nel silenzio udii una voce provenire da dietro il mio letto: ‘Esci da qui!’ Smisi di piangere e guardai in giro per la stanza aspettandomi di vedere qualche demone. La voce riprese, da un altro punto del letto, e disse di nuovo: ‘Esci da qui!’ Le mie ginocchia divennero deboli e caddi sulla mia faccia: non avevo alcun dubbio su chi fosse. Alzando lo sguardo al cielo implorai: ‘Gesù, metti a posto la mia vita’.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.