CONDIVIDI

 

Ieri pomeriggio, intorno alle 17.30 ora locale, (le 00.30 ora italiana), il Messico è stato colpito da un forte terremoto. L’epicentro è stato della scossa, durata circa un minuto è stato nel sudovest del Messico; a circa 30 km da San Agustin Chayuco, nello stato di Oaxaca. 

Il boato, di magnitudo 7.2 gradi della scala Richter, è stato avvertito, però fin nella capitale Città del Messico, che dista all’incirca 500 km dall’epicentro. 

Precipitato un elicottero

Un elicottero militare, che trasportava il ministro dell’Interno e il governatore dello stato di Oaxaca sul luogo della calamità, è precipitato proprio a causa della scossa tellurica. 

Il velivolo, ha, infatti avuto un problema nell’atterraggio e si è abbattuto su due veicoli. L’incidente ha provocato la morte di due persone, e ne ha ferite molte altre. I due politici a bordo dell’elicottero fortunatamente sono vivi. 

Una seconda scossa dopo un’ora

Il sisma si è ripresentato con una seconda scossa, questa di magnitudo 5.9, a un’ora di distanza dalla prima. Oltre alle vittime dell’elicottero, non vi sono state perdite di vite umane

Paura per i cittadini

La gente però si è riversata spaventata per le strade del paese, temendo danni molto più seri, come quelli già avvenuti per il terremoto di settembre 2017.

Il Messico, infatti, è già stato colpito dal sisma due volte lo scorso settembre. La prima scossa, fu di magnitudo 8 e costò la vita ad almeno 90 persone.

Pochi giorni dopo, la terra tornò a tremare nuovamente; la città maggiormente colpita in quell’occasione fu Città del Messico, e questa nuova provocò la morte di ben 216 persone

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.