CONDIVIDI

Perché non fare i tatuaggi in estate

Per quanto ad alcuni potrebbe sembrare la stagione perfetta, gli esperti sconsigliano di farsi nuovi tatuaggi in estate. I motivi sono molteplici.

Anche se il tatuaggio è stato fatto a regola d’arte e in un centro altamente specializzato, è necessario seguire alcuni accorgimenti che risultano essere di ostacolo durante la stagione estiva.

Nei primi 7 giorni, infatti, il disegno deve essere protetto dal sudore e dal sole, precauzione che non è facile rispettare quando le temperature superano i 30° gradi e nel cielo splende un sole che spaccherebbe anche le pietre.

Per i 14 giorni successivi, poi, sul tatuaggio deve essere applicata una protezione totale, azione che può non essere complicata per i piccoli tatuaggi, ma per quelli grandi? Per quanto riguarda questi ultimi la situazione si fa ancora più complessa: è infatti necessario rispettare le pause tra una seduta e l’altra, con le conseguenti difficoltà legate al recarsi in spiaggia.

L’estate aumenta inoltre il rischio di infezioni e può danneggiare tutto il lavoro fatto. Il sole, la polvere, la salsedine, la sabbia: sono tutti nemici del tatuaggio.

È per tutti questi motivi che gli esperti consigliano di tatuarsi d’inverno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.