I pirati per rallegrare la TAC

tac pirati

L’obbiettivo della nuova TAC installata all’ospedale infantile Morgan Stanley di New York era quello di produrre la dose più bassa possibile di radiazioni, oltre alla sicurezza, si è però deciso di curare anche il lato estetico, conferendo all’apparecchiatura e alla stanza che la ospita un’atmosfera che fosse in grado di rasserenare i bimbi durante la visita.

È così che si è deciso per un tema tanto amato dai più piccoli: i pirati! Sul muro sono apparse scimmie con bandane, tigri con bende sull’occhio, diverse navi, lo scanner ha preso le sembianze di un grande timone: questo e tanto altro per permettere ai bambini di sentirsi come se stessero viaggiando in alto mare.

“Sbrigati ad uscire così posso giocare”, è stata la frase pronunciata da uno dei pazienti alla vista della nuova macchina, rivolgendosi all’infermiera che lo stava sistemando sul lettino. Commento che testimonia come la nuova TAC abbia avuto un grande successo.

Gradimento riscontrato non solo nei più piccoli ma anche tra i genitori, che si sono detti molto felici dell’idea perché rende la macchina meno spaventosa. “I bambini malati sono in grado di prendere le distanze dalla malattia in molti modi. E noi cerchiamo di fare il massimo per aiutarli”, hanno dichiarato i medici dell’ospedale, che hanno poi aggiunto “Persino pazienti tra i 17 e i 21 anni ci chiedono di poter utilizzare lo scanner pirata”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.