CONDIVIDI

L’entusiasmo elettorale a volte gioca brutti scherzi . La croce sul simbolo del Movimento 5 Stelle, poi la foto con lo smartphone e la pubblicazione su Facebook seguita  dalla scritta “mandiamoli tutti a casa”.

La rete smaschera  alcuni  grillini che dopo aver votato hanno postato la foto su  diversi social network e ora rischiano non solo di farsi invalidare il voto ma anche una denuncia penale.

 Fotografare le schede elettorali votate è infatti severamente vietato, poichè  il  codice configura il reato di voto di scambio. Secondo la legge  del 2008 che regola la materia, chi viene scoperto a fotografare una  scheda votata oltre al rischio di farsi invalidare il voto, è punito con l’arresto da 1 a 3 mesi e con una multa da  300 a 1000 euro.

E le foto delle schede elettorali con il voto al M5s sono apparse anche su Instagram, il social network utilizzato da milioni di utenti per pubblicare i propri scatti. Lo ha fatto Vincenzo Bossa, che, prima di rimuovere anche lui la foto dal profilo, si è difeso dicendo : non capisco cosa ci sia di sbagliato nel pubblicare la foto del proprio voto. Glielo spiega Vito Crimi, candidato del Movimento in Lombardia: “voi lo fate per entusiasmo ma non potete dimostrare di non averlo fatto perchè‚ magari costretti da un voto di scambio. Fate attenzione mi raccomando”.

grillini

29 COMMENTI

  1. Ma ragazzi ammesso e concesso che sia una foto vera…di sicuro il gesto nuoce alla sua persona, per il movimento e' solo un voto in + non vedo come ne possa essere penalizzato…perche' ha elettori stupidi? Beh I nostri nonni andando a morire per darci il voto hanno lottato anche per loro….tiro un respiro di sollievo perche' nella sua ignoranza non hanno regalato il voto ai grandi buffoni spavaldi! (tralaltro il furbone ha annullato la scheda sotto perche' le schede hanno carta copiativa e quella che sta' votando perche' e' andato fori dal quadrato, potevamo vincere la guerra con 'ste teste!

  2. e poi ki kopia immagini da altri profili lo sà ke va incontro a una sanzione di copywrite??? no ma questo nn lo sa….x questo molto bufala!!!!!

  3. strane schede…..strana posizione del simbolo…solo una fila??? anche se variano da regione e regione….mi sembra una bufala ….portata alla luce solo per tojere voti!!!!

  4. Patrizio Valenti: c’è una legge che vieta di fare foto ed è ricordato da cartelli e scrutatori, se fai le foto sei un pirla. Maria de Rosa: Berlusconi compra i voti risaputo, Grillo con la sua ADSL vuole fare lo stesso… Ma andate ca cagare, mo’ il problema d’Italia è l’ADSL… Senza parole, ognuno guarda quel che vuol vedere…

  5. come si vede che non vivete in terra di voti di scambio. E' proprio così, l'entusiasmo del giovane grillino potrebbe invalidare il voto. Dalle mie parti I voti comprati devono essere documentati con foto scattate internamente ai seggi. Ecco perchè esistono le dure sanzioni che sono state evidenziate.

  6. ma chi pubblica queste foto pensa che siamo tutti cretini? il simbolo era in basso e nn c'era solo una fila di simboli……..i cretini sono quelli che pensano di farci fessi tutti.

  7. ma vogliamo parlare della lettere di berlusconi mandata per il rimborso IMU? quella come la definite allora? Lì sta "comprando dei voti".

    • L'idiozia non ha colore politico. Il problema é che ognuno vota seguendo motivi personali e/o mass media. Quindi nn ci sarà mai né maggioranza assoluta né tolleranza piena. Ma anche questo é politica.

    • ha ragione Maria de Rosa. E' stato denunciato per voto di scambio da Ingroia. Le lettere inviate alle famiglie da Berlusconi sono palesemente una intenzione di voto di scambio. Tu mi voti io ti restituisco i soldi di IMU, e più scambio di così…………..

    • Maddalena Mauriello: e meno male! Se ci fosse una maggioranza assoluta sarebbe l'inizio di una nuova dittatura! L'opposizione ci dev'essere perché serve.

  8. ma io dico, perché ogni cosa deve fare notizia? se mi gratto il culo e metto la foto su facebook mi mettete in prima pagina sul giornale? che ognuno faccia quello che vuole, se volete essere liberi voi stessi lasciate libere le altre persone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.