CONDIVIDI

Lo stress rende le donne ipersensibili ai suoni, questi i risultati di uno studio svedese dello Stress Research Institute dell’università di Stoccolma pubblicato su PLOS One.

 Dan Hasson, docente al Karolinska Institute, per la ricerca ha coinvolto circa 350 persone dai 23 ai 71 anni esponendole sperimentalmente a un  ‘esaurimento emotivo’,  provocando uno stress fisico, mentale e sociale intenso.

Ovvero per cinque minuti i partecipanti hanno dovuto tenere le mani nel ghiaccio (stress fisico) mentre erano sottoposti a un test cognitivo-emozionale sul computer (stress mentale)  e una telecamera registrava le loro espressioni (stress sociale).

Poi i volontari sono stati esposti a suoni di diversa intensità ed è stato chiesto loro di riferire quali ritenessero irritanti.

I risultati  hanno mostrato che le donne possiedono una maggiore sensibilità ai suoni quando sono sotto pressione.

Alcune infatti  hanno indicato  intollerabili rumori di appena 60 decibel, simili cioè a quelli di una normale conversazione.

Negli uomini la tendenza è analoga ma non così marcata. Inoltre in condizioni di assenza di stress non si sono verificate differenze di sensibilità ai suoni.

rumori e stress

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.