CONDIVIDI

La stanchezza surrenale è quella condizione che si verifica nel momento in cui le ghiandole surrenali funzionano a un livello cosiddetto ottimale, cioè quando il paziente è a riposo, sotto stresso o in caso di risposta a stimoli occasionali, intermittenti o continui. Generalmente questo è però un termine piuttosto comune utilizzato per descrivere bassi livelli di cortisolo.

Tra le ghiandole presenti nel nostro corpo quelle surrenali hanno la funzione di sintetizzare gli ormoni definiti steroidi e regolano lo stress acuto cronico. In relazione proprio a questo tipo di stress acuto le ghiandole vanno a liberare adrenalina e noradrenalina e forniscono l’accelerazione metabolica e l’energia necessarie per affrontare la situazione. Anche se piccole, queste ghiandole sono responsabili di molte funzioni vitali per l’organismo. Ad esempio regolano i livelli di cortisolo, il metabolismo, le infiammazioni e l’energia.

E’ chiaro che anche lo stile di vita moderno piuttosto frenetico può rendere le ghiandole iperattive causando un aumento di produzione di cortisolo. Oltre a questo altre cause che possono portare alla stanchezza surrenale sono: abuso di caffeina e stimolanti, poco riposo o poco sonno, situazioni di stress ripetute nel tempo, abuso di caffeina o altre sostanze stimolanti.

I sintomi legati alla stanchezza surrenali sono però difficili da individuare e chi ne soffre è sempre abbastanza debilitato. 

La maggior parte dei pazienti che soffrono di problemi alla tiroide può manifestare un ipofunzionamento delle ghiandole surrenali con un conseguente abbassamento dei livelli di cortisolo che contribuisce a complicare la situazione di ipotiroidismo.

Generalmente i sintomi che vengono associati alle diverse fasi della stanchezza surrenale sono i seguenti: necessità di consumare prodotti stimolanti contenenti caffeina, Difficoltà ad addormentarsi o a svegliarsi, diminuzione del desiderio sessuale, diminuzione delle difese immunitarie, elevati livelli di stress, minore capacità di memoria o di concentrazione, vertigini, voglia di mangiare cibi dolci, depressione , irritabilità, dolori muscolari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.