CONDIVIDI

Il denaro migliora la vita?

“I soldi non fanno la felicità”, recita un famoso detto. Ma è davvero così? Stando a quanto rivelato da un recente studio americano, possiamo affermare che tale affermazione è vera solo in parte.

La professoressa Miriam Tatzel, docente di psicologia dell’Empire State College della State University di New York e autrice dello studio, è arrivata alla conclusione che i soldi sono in grado di rendere felici solo se non superano una determinata cifra. Quale? 56 mila euro (75 mila dollari) all’anno.

Al di là di questa somma, spiega la professoressa, subentrano stress, preoccupazioni e debiti.

“Il benessere emotivo di una persona aumenta in proporzione al suo reddito. Ma non vi è alcun ulteriore progresso una volta raggiunto il limite dei 56mila euro all’anno.”

Il tetto di 56 mila euro permette ampiamente di godersi la vita senza correre il rischio di perdere il lume della ragione “In una società in cui alcuni personaggi sono idolatrati per essere diventati favolosamente ricchi, molte persone sono tentate di imitarle, ma la crisi ha dimostrato che si può essere felici anche guadagnando meno e consumando meno. Le persone oltre una certa cifra si rivelano stanche di quello che già hanno e vogliono sempre qualcosa di diverso, il che porta al consumismo.”

Una volta superata tale cifra, le persone ambiscono esclusivamente a incrementare la propria ricchezza, finendo per mettere in secondo piano aspetti importanti della vita, come la famiglia.

I più felici sono i “ricchi parsimoniosi” “Le persone frugali sono in media più felici; questo può essere dovuto al fatto che chi meno spende più evita di indebitarsi e, di conseguenza, ha meno preoccupazioni”, spiega la docente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.