CONDIVIDI

La Formaldeide o aldeide formica è la più semplice delle aldeidi. In soluzione acquosa è nota anche come formalina o formolo.

E’ un composto organico fortemente reattivo e dannoso, infatti l’etichetta di pericolosità riporta un livello massimo di tossicità.

Anche l’AIRC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) ha inserito questa sostanza tra quelle considerate cancerogene per la specie umana.

Questa sostanza è utilizzata nell’industria chimica per definire diversi

E’ possibile trovarla anche nei mobili, compensati e truciolati, nelle moquette, nei tendaggi e nei materiali per la pulizia degli ambienti.

L’esposizione prolungata a tale sostanza può essere causa di: irritazione oculare, delle mucose orali e pelle.

Un’eventuale allergia da formaldeide può manifestarsi sotto forma di dermatite con prurito e rossore.

In ogni caso la componente di Formaldeide è consentita dall’Unione Europea come indurente degli strati superficiali delle unghie, purché utilizzato in percentuale uguale o inferiore al 5% calcolato in aldeide formica.

Per quanto riguarda gli smalti del brand Kiko sembra che la formaldeide sia presente solo negli smalti ‘curativi’, mentre negli smalti base e nail lacquer sembra non sia presente.

La descrizione di questi ultimi prodotti, infatti, riporta la seguente dicitura: “formulato senza l’aggiunta di ingredienti aggressivi come Toluene, Canfora, DBP, Formaldeide e Resina Formaldeide”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.