Con l’espressione gastrectomia verticale parziale si fa riferimento ad una procedura chirurgica.

Essa mira principalmente alla riduzione dello stomaco (più o meno del 15% in confronto alla sua dimensione reale).

Così facendo, si ha modo di apportare delle modifiche in maniera permanente.

La gastrectomia verticale parziale è nota in inglese come sleeve gastrectomy e può portare all’organismo una serie di benefici, tra cui:

  • Dei miglioramenti della pressione sanguigna
  • Un senso di benessere generale (anche dal punto di vista psicologico)
  • Una maggiore produttività in correlazione all’attività fisica
  • La riduzione di alcune patologie

Gastrectomia cause

A questo punto ci si chiede: cosa porta un individuo a sottoporsi alla gastrectomia verticale parziale?

Le cause possono essere svariate anche se solitamente la motivazione risiede in una scorretta alimentazione.

Questo perché diverse persone tendono a mangiare male o decidono di intraprendere dei percorsi di “diete fai da te”.

Inoltre, c’è chi tende ad assumere sempre le stesse categorie di alimenti, dimenticandosi che per condurre uno stile di vita sano, è necessario variare un po’.

Da ciò possiamo ben dedurre che nel mondo esistano tanti soggetti che ricorrono alla sleeve gastrectomy, in particolar modo in quei Paesi dove c’è un alto tasso di obesità, come ad esempio negli USA.

Tra l’altro, il fenomeno del junk food (ossia il cibo spazzatura) sembrerebbe aver preso il sopravvento sull’odierna società.

Di conseguenza sempre più persone mangiano cibi poco salutari, preconfezionati, fritti, ricchi di zuccheri, sale ecc.

Gastrectomia pre intervento

In primis, è bene precisare che non tutti possono sottoporsi ad un intervento di gastrectomia.

Questo perché bisogna tener conto della condizione di salute del paziente, sia in termini di peso che di patologie.

Pertanto, prima di operarsi dovrà effettuare una serie di esami clinici approfonditi, così da rendere chiara la sua situazione.

Ma non è tutto: in tale contesto, risulta fondamentale anche l’aspetto psicologico.

Ciò significa che ci sarà anche un colloquio conoscitivo, in cui la figura esperta nel settore gli porrà una serie di domande, come ad esempio:

  • Perché vuoi sottoporti alla gastrectomia?
  • Quali sono i problemi di salute che stai riscontrando?
  • Ti senti sicuro di affrontare quest’operazione?

La salute mentale dell’individuo non va di certo presa sottogamba.

Ovviamente, un po’ di timore ci sta sempre ma nel caso in cui dovesse percepire una vera e propria fobia a riguardo, è preferibile rimandare (salvo casi indispensabili).

Di conseguenza, la persona dovrà sentirsi determinata, sicura ma soprattutto tranquilla, sia per l’operazione in sé che per la fase successiva, ossia quella della convalescenza.

Gastrectomia intervento

Nel momento in cui si hanno tutte le condizioni favorevoli, è possibile passare alla fase dell’intervento vero e proprio.

La sleeve gastrectomy ha subito una serie di variazioni nel corso degli ultimi decenni. Questo perché sono state perfezionate sempre di più le tecniche.

Tuttavia, la procedura attuale richiede solitamente la laparoscopia.

Con tale termine si intende la resezione di una parte dello stomaco, volta all’eliminazione delle parti in eccesso.

Il tutto avviene tramite una mini incisione molto delicata che non dovrà affatto consentire perdite anomale di liquidi.

Una volta terminato questo passaggio (dalla durata di un’oretta) si potrà effettuare la ricucitura gastrica e il bendaggio.

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, la gastrectomia verticale parziale non è da sottovalutare.

Proprio per tale motivo, il paziente va incontro ad un intervento di anestesia generale, che non gli consente di essere vigile.

Di conseguenza, non potrà certamente tornare nella propria abitazione subito dopo. Anzi, dovrà restare nella struttura ospedaliera per almeno due-tre giorni.

Durante questo lasso di tempo, è richiesto un riposo totale.

Riguardo il dolore, non bisogna affatto preoccuparsi.

Infatti, l’operazione di gastrectomia non è invasiva da quel punto di vista.

Infine, è importante precisare che prima di andare incontro all’intervento, i pazienti obesi dovranno perdere qualche kg di troppo (ovviamente seguiti da figure competenti).

Gastrectomia post operazione

La fase di post operazione della sleeve gastrectomy è costituita da una serie di regole comportamentali da seguire.

A seguito dell’intervento, il paziente andrà incontro ad una riduzione dell’apporto alimentare (di circa il 50%).

Pertanto, non percepirà più come prima quel senso di fame perenne e si sazierà molto prima.

Oltre a non esagerare con il cibo, durante il periodo di convalescenza, bisognerà rispettare i seguenti consigli:

  • Cercare di bere fuori dai pasti ma soprattutto con calma
  • Masticare lentamente, in modo da consentire una buona digestione
  • Evitare snack calorici e bibite zuccherate
  • Non fumare o bere alcol
  • Evitare sport e sforzi fisici

Una volta trascorse le prime settimane, il paziente potrà lentamente tornare alla solita ruotine quotidiana.

Chiaramente, nei primi tempi sarà necessario effettuare movimenti lenti e prediligere ad esempio le lunghe passeggiate che fanno sempre bene.

Gastrectomia complicanze

In linea generale, la gastrectomia è un intervento abbastanza sicuro.

Tuttavia, non bisogna escludere la minima probabilità che possa subentrare qualche complicanza anomala (specialmente nel caso in cui non ci si dovesse affidare ad una persona con esperienza).

A tal proposito, potrebbero verificarsi:

  • Disturbi di lieve entità (ad esempio nausea e vomito)
  • Dolore all’esofago
  • Infezioni di vario tipo
  • Reflusso gastrico
  • Perdite di liquidi o sangue

Nel caso in cui dovesse verificarsi uno dei sintomi appena citati in maniera grave, consultate il medico di fiducia, così da sottoporvi ad ulteriori accertamenti.

Gastrectomia costi

La sleeve gastrectomy (alias gastrectomia verticale parziale) non ha dei costi universali.

Questo perché bisogna prendere in considerazione alcune variabili, come ad esempio la clinica di riferimento e il caso specifico su cui operare.

Tuttavia, si consiglia sempre di informarsi per bene sui medici che si occupano di tale procedura chirurgica.

Ricordatevi che pur essendo un intervento sicuro è abbastanza delicato, poiché coinvolge una parte fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo, ossia lo stomaco.

Gastrectomia ulteriori informazioni

La durata di un intervento di gastrectomia verticale parziale è più o meno di un’ora.

Tuttavia, in alcuni casi può richiedere molto più tempo, perché bisogna tener conto di una serie di fattori specifici in base al soggetto in questione.

Si tratta di una procedura non idonea per tutti. Pertanto, si esclude una gastrectomia in caso di gravidanza, problemi cardiaci o età infantile (poiché il corpo deve ancora svilupparsi del tutto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.