Riconoscere la Prostatite dai sintomi più comuni è essenziale per una tempestiva diagnosi e un’altrettanta celere ed effettiva corsa alla risoluzione. Vediamo come fare.

Riconoscere la prostatite
Con il termine ‘prostatite’ si suole intendere una condizione medica relativa all’infiammazione della prostata e, a volte, anche dell’area circostante. In effetti, di prostatite, ne esistono di diversi tipi, ognuno dei quali porta una vasta gamma di sintomi. Ecco perché, nella percezione della prostatite, alcuni soggetti hanno esperienza di forte e costante dolore, mentre altri uomini non se ne accorgono neppure.
I sintomi della prostatite sono dunque riconducibili al tipo di prostatite e infezione.
Di sovente, gli uomini affetti da tale infiammazione non notano alcun sintomo, mentre alcuni sintomi possono essere riconducibili a quelli di una normale infezione delle vie urinarie. Tuttavia, altre malattie possono causare gli stessi o simili sintomi.
Andiamo più nello specifico.
I sintomi più comuni della prostatite contemplano brividi, febbre, bruciore durante la minzione e l’incapacità di svuotare la vescica. In una prostatite batterica cronica, i sintomi sono simili alle infezioni di una prostatite batterica acuta, fatta eccezione per la presenza di febbre.
Altri sintomi sono rappresentati da un dolore al perineo, ai testicoli, alla vescica, dal mal di schiena e dell’eiaculazione dolorosa. Questa condizione doloroso può talvolta essere episodica, con picchi di dolore e remissioni.
L’infiammazione della prostata può altresì verificarsi in assenza di sintomi.

La prostatite infiammatoria asintomatica è una prostatite senza sintomi, nonostante l’infiammazione della prostata sia evidente dalle analisi mediche. La diagnosi viene fatta quando il paziente è in corso di valutazione per i sintomi correlati alla prostatite. In casi come questi la prova dell’infiammazione si verifica tramite biopsie sul tessuto prostatico o grazie campioni di urina, di sperma o di liquido prostatico.
Quali sono le cause della prostatite?
Le cause dirette delle prostatite, purtroppo, non sono completamente note alla comunità medica. Dunque, non vi sono cause ufficialmente riconosciute.
Tuttavia, ci sono diverse teorie accettate. Alcuni casi di prostatite sono chiaramente correlate ad infezioni precedenti, originate dal reflusso di urina “infetta” nei condotti della prostata. La prostatite batterica tuttavia non è contagiosa e non è una malattia a trasmissione sessuale.
In aggiunta, alcune condizioni o procedure mediche possono aumentare il rischio di contrarre una prostatite batterica. Vi è un rischio maggiore se l’uomo ha avuto recentemente un catetere o altro strumento inserito nella sua uretra, un’anomalia del suo tratto urinario o di un’infezione della vescica recente.
La prostatite cronica o sindrome da dolore pelvico cronico può essere causato da microrganismi atipici come la clamidia.
Uno degli strumenti medici più utilizzati è l’indice dei sintomi per la prostatite cronica, noto come  National Institutes of Health prostatitis Symptom Index
L’indice consiste in una serie di domande circa i sintomi della prostatite e quanto sono attualmente invalidanti per il paziente. Compilarlo e condividere i risultati con il medico aiuta a coinvolgere il paziente nella cura medica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.