CONDIVIDI

Cos’è la sindrome di Gilbert?

La sindrome di Gilbert è una malattia benigna causata dall’incapacità del fegato di smaltire correttamente la bilirubina, ovvero la sostanza prodotta dalla disgregazione dei globuli rossi.

In condizioni normali, questa sostanza viene separata dal sangue attraverso l’azione di un enzima presente nelle cellule epatiche, quindi abbandona il fegato e raggiunge l’intestino, mescolata con la bile, per poi venire smaltita con le feci. Solo una minima quantità di bilirubina rimane nel sangue. Nei pazienti che soffrono della sindrome di Gilbert, invece, la bilirubina non coniugata si accumula nel sangue.

Sindrome di Gilbert cause

Si tratta di una malattia genetica causata dall’alterazione di un gene che si eredita dai genitori. Tale gene è il responsabile della corretta disgregazione della bilirubina all’interno del fegato. Si tratta di una patologia piuttosto frequente perché l’anomalia di questo gene è molto diffusa. Colpisce di più gli uomini e viene solitamente diagnosticata durante l’adolescenza.

Sindrome di Gilbert sintomi

I pazienti affetti da tale sindrome non sempre manifestano una sintomatologia specifica: il 30% scopre di esserne affetto solo dopo aver effettuato analisi di routine che mostrano un eccesso di bilirubina non coniugata. I livelli di questa sostanza sono variabili e solo raramente si innalzano a tal punto da causare l’ittero, ovvero la colorazione giallastra della pelle e della parte bianca degli occhi.

Ciò può verificarsi in rapporto a particolari momenti della vita, come: malattie (raffreddore o l’influenza), digiuno o dieta ipocalorica, disidratazione, ciclo mestruale, stress, esercizio fisico troppo intenso, insonnia.

Questi episodi di ittero sono lievi e tendono a guarire spontaneamente, senza danni alla salute del paziente. In ogni caso, anche per stare più tranquilli, si consiglia di parlarne con il medico.

sindrome di gilbert

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.