CONDIVIDI

I colon irritato annovera tra i suoi sintomi, crampi, dolore addominale, nausea, costipazione e diarrea.

Il colon collega l’intestino tenue al retto e all’ano ed è lungo circa un metro e mezzo e serve ad assorbire l’acqua, le sostanze nutritive ed i sali minerali del cibo digerito.

Una delle maggiori cause del colon irritabili è sempre stato lo stress ma recentemente gli scienziati hanno escluso questa diagnosi, attribuendo ad esso un ruolo  ugualmente  determinante nei comportamenti dell’intestino.

L’infiammazione non provoca danni permanenti all’intestino e malattie gravi. Per tenere sotto controllo questa malattia si deve innanzitutto imparare a gestire lo stress, anche aiutandosi, se è il caso, con medicinali e avere una dieta corretta.

Non è facile diagnosticare con certezza la sindrome del colon irritabile ma se pensate di avere la sindrome del colon irritabile c’è bisogno assolutamente del medico e degli accertamenti. Si deve procedere, infatti, con una radiografia, l’analisi delle feci e gli esami del sangue.

colon irritabile

Con una colonscopia si può anche esaminare l’interno del colon. Ecco come funziona: si inserisce un  tubo flessibile munito di telecamera attraverso l’ano.

Attraverso questo tubo si trasferiscono le immagini del colon su uno schermo. Ai primi sintomi, iniziare a bere molto, adottare una dieta opportuna, e evitare alcool sarebbero già dei passi avanti molto importanti.

Leggi anche Idrocolon Terapia

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.