CONDIVIDI

Aifi : la schiena va trattata da piccoli

 

L’Aifi, Associazione Italiana Fisioterapisti, in occasione della settimana della fisioterapia, che è iniziata ieri 8 settembre e terminerà il 14, presenta “La Schiena va a scuola: prime regole per rispettarla!”, un opuscolo con testi semplificati e fumetti che ha lo scopo di sensibilizzare i genitori su una fase molto delicata della vita dei propri figli, quella che coincide con l’ingresso a scuola. Questo infatti combacia con un periodo molto importante per lo sviluppo fisico dei bimbi, per questo bisogna avere un’attenzione maggiore sullo stile di vita adottato, onde evitare problemi all’apparato muscolo-schelettrico.

Secondo l’Aifi, cinque bambini su dieci tra i 6 e i 10 anni soffrono di lombalgia. Un dato ancor più significativo se paragonato al passato: il numero degli alunni di scuola elementare che accusano dolori alla parte bassa della schiena è pari al doppio di quello dei loro genitori quando avevano la stessa età.

L’opuscolo è stato realizzato a fumetti per consentire una più facile comprensione dei concetti, anche per i più piccoli.

L’associazione mette in guardia anche sulla postura da adottare mentre si fanno i compiti a casa “La peggiore posizione è quella chinata in avanti. Nello stare seduti bisognerebbe mantenere le normali curvature della schiena. In particolare il sacro deve essere appoggiato allo schienale e la lordosi lombare ben mantenutala. La testa ben allineata al collo e i piedi devono essere ben appoggiati al pavimento. E’ sbagliato anche studiare sul letto o sul divano, perché si rischia di assumere posizioni scorrette.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.