CONDIVIDI

La lotta di Laetitia

La donna non ha perso affatto la sensibilità al tatto e non si vergogna a dire di volere provare, almeno una volta nella vita, il piacere del sesso.

Laetitia è consapevole che la sua disabilità è un problema per il sesso, ma sta lottando con tutte le sue forze, affinché in Francia venga legalizzato il sesso surrogato.

E’ Stefania Rousselle nel documentario Seeking Sexual Surrogates a parlare della battaglia di Laetitia contro la Francia. Il sesso surrogato, spiega, sta nel pagare una persona che offra a queste persone un contatto intimo.

Molte di queste persone affermano di non potersi neppure masturbare e che sia un loro diritto godere di questa possibilità. Ma a pensarla diversamente sono i francesi.

Il Comitato Etico Nazionale francese, però, ha stabilito che il sesso surrogato è “un uso non-etico del corpo umano per scopi commerciali, e che per un disabile la sessualità non può essere considerato un diritto“. Una presa di posizione attuata, di sicuro, da persone che non si trovano in quelle condizioni e che non possono capire quello che si prova.

Voi, da che parte state?

 

22 COMMENTI

  1. Quindi, in pratica, siccome il sesso serve alla riproduzione, una persona che voglia fare sesso per piacere personale è egoista? È questo, che intendi, Fra?

  2. Sì, esatto, il sesso serve alla riproduzione, istinto primordiale e necessario, e proprio per questo motivo il sesso, come il cibo, è soprattutto un bisogno. Che poi sia bellissimo quando unisce due anime è un altro conto ed un di più. Il sesso è un bisogno presente in ogni essere sessuato, per cui non permettere a qualcuno di soddisfarlo quando potrebbe è ingiusto. Comunque riguardo la prostituzione ci sono persone che lo fanno proprio per loro volontà, quindi di per sè non è qualcosa di "ingiusto"… E, comunque, che vuol dire che quella persona è egoista…??? Dimmi anche solo un' anzione che non lo è…!!! Inoltre quella donna non deve rimanere incinta (probabilmente non potrebbe proprio farlo), quindi non vedo dove sia il secondo problema… La prostituzione non ha lo scopo della riproduzione, ma del soddisfacimento di un bisogno che deriva da quell'istinto. Comunque sarà pure che il mondo non trovi giovamento dalla riproduzione dei più deboli (e continuo a dire lascia perdere i disabili di quel genere perchè la riproduzione in quel caso è impossibile), ma fidati, non gli giova nemmeno questa sorta di pangermanesimo che è nella tua testa, fidati…!!!!

  3. super contraria. in primo luogo il sesso serve alla riproduzione, la conservazione della specie, e la selezione naturale vuole che siano gli individui sani e forti ad essere conservati. in secondo luogo, il sesso è bello quando unisce due anime, oltre che due corpi. deve piacere a tutti e due, o diventa qualcosa di malsano! è lo stesso discorso della prostituzione: se un uomo non ce la può fare con le donne e va a puttane perché il sesso è un suo diritto, è giustificato? questo implica che una persona, donna o uomo che sia, faccia contro la sua volontà quella che dovrebbe essere la cosa più bella e naturale del mondo. ricordiamoci che dai problemi sessuali vengono generate frustrazioni non trascurabili che hanno ripercussioni su TUTTA la vita di una persona, e di conseguenza di tutte le persone che vengono a contatto con essa. mi dispiace per la povera donna disabile, ma sarebbe un atto di profondo egoismo il suo, e non è giustificata in quanto disabile. è brutto da dire, ma è così. poi dammi della persona crudele eh, lo accetto, però penso che se continuiamo a ragionare in questo modo, il mondo sarà popolato di persone fisicamente malsane, perché generate da genitori che non avrebbero potuto avere figli, e frustrate, infelici, perché il loro istinto è stato distrutto.

  4. io + o – la penso come te, ma sicomme i ns politici si sputtanano i ns soldi come gli pare, nn sarebbe meglio che ci fosse una legge x aiutare le persone come Laetitia aiutargli a vivere una vita già difficilissima x loro, certo poi non se nè dovrebbero approfittare, e sicuramente qlkn ci sarebbe cmq…………

  5. cara adriana, la maggior parte di noi è contro la prostituzione, ma i NS diritti dove sono????? La ragazza in foto e tnt di loro hanno i nostri soliti diritti, e poi di cosa si dovrebbe vergognare, di provare piacere, noi siamo fortunati abbiamo un compagno marito o se siamo soli ci masturbiamo e sono cose tutte all' ordine del giorno alcuni di loro nn possono fare ed è qui che chiedono aiuto HANNO TUTTI I DIRITTI DI CHIEDERLO………..certo che sei proprio bigotta, augurati che nn succeda mai a nessuno dei tuoi famigliari o amici cari……SICURAMENTE cambieresti idea all' istante…… xkè ci fosse una legge specifica x qst cose. Fatti un esame di coscienza.

  6. Sono dalla parte dei disabili e favorevole alla prostituzione legalizzata e ben controllata proprio come un normale impiego, magari da inserire come arte del corpo e del piacere dell'uomo/donna…aprirei proprio scuole e corsi professionali per qualificare e garantire professionalità alle persone interessate a questo tipo di lavoro….ovviamente (e ripeto) ben gestito e controllato con le giuste precauzioni e in strutture dove si rispettano le norme di igiene!!!!

  7. essendo capace di intendere e di volere deve poetr fare quello che ritiene più oportuno senza che nessuno si permetta di giudicare, oltretutto non si parla di uccidere qualcuno ma del suo benessere, abbasso i bigotti

  8. Sono contraria alla prostituzione, quindi il sesso a pagamento è un surrogato talmente squallido che una persona, disabile o meno, dovrebbe vergognarsi. Ma so che la mentalità corrente è diversa, quindi penso che i disabili dovrebbero risolvere il problema privatamente, attraverso familiari e amici che contattino le prostite/i prostituti.

  9. Ovviamente da parte di queste persone!Il comitato etico dovrebbe solo tacere e ringraziare perché non hanno figli con questa disabilità.Merde.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.