CONDIVIDI

Una donna di sessantanni è entrata in una banca di Prato ed ha costretto il cassiere a consegnarle 4000 euro in contanti minacciandolo con una pistola e un taglierino.

La donna toscana era a volto scoperto, e ha scelto come sede della rapina una filiale della cassa di risparmio di Lucca-Pisa- Livorno. Scattato immediatamente l’allarme, sul posto sono poi intervenuti i carabinieri; “Mi servono soldi per le medicine” cosi avrebbe detto ai dipendenti al momento della rapina. Subito dopo aver preso il denaro la donna sarebbe fuggita a piedi, ma i dipendenti hanno preferito non seguirla per paura si potesse far male da sola fuggendo.

Le ricerche sulla donna stanno continuando ed i carabinieri continuano a raccogliere particolari sulla descrizione della sessantenne, anche attraverso la visione dei filmati delle telecamere a circuito chiuso. Per ora le ricerche non hanno avuto nessun risultato e la donna è ancora a piede libero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.