CONDIVIDI

Questi semi hanno  proprietà nutrizionali degne di nota.

Presentano infatti un buon  contenuto di calcio e la presenza  bilanciata  di acidi grassi essenziali omega3 e omega6.

La chia o salvia hispanica cresce  in Messico ed in Bolivia e la raccolta dei suoi semi è spesso riservata a realtà coinvolte nei circuiti del commercio equo e solidale.

Insieme al mais, ai fagioli e all’amaranto era alla base dell’alimentazione di popolazioni come quella azteca.

I semi di chia presentano un contenuto di calcio pari a 600 milligrammi per ogni porzione da 100 grammi.

Contengono acidi grassi essenziali omega3 per il 20% del loro peso, una caratteristica che li rende affini ai semi di lino e all’olio di lino.

 100 grammi  presentano circa 20 grammi di omega3, una proprietà che li rende la fonte vegetale più ricca di questi acidi grassi essenziali.

I semi di chia svolgono un’azione di controllo del livello degli zuccheri nel sangue, contribuendo ad arginare l’aumento di peso.  Inoltre sono considerati benefici per l’apparato cardiovascolare e sono un ottima  fonte di energia.

Essendo molto piccoli, croccanti e dal sapore piuttosto neutro possono essere aggiunti al muesli della colazione o accompagnati a cereali e altri semi, come i semi di zucca o di girasole, per uno snack salutare durante il giorno.

E’ ottimo anche l’abbinamento con i sapori dolci.

Possono essere aggiunti a macedonie o essere utilizzati come guarnizione per biscotti e torte, preferibilmente a cottura ultimata.

Semi di chia contengono calcio 5 volte più del latte

 

Alto contenuto di calcio (5 volte quello presente nel latte vaccino), acidi grassi essenziali con buon equilibrio tra omega 3 e omega 6, grande quantità di vitamina C (7 volte quella delle arance), di potassio (il doppio delle banane) e di ferro (il triplo degli spinaci), in sole 70 kcal per 15 g di prodotto (circa un cucchiaio colmo). 

Stiamo parlando dei semi di chia, semini molto piccoli, dal colore scuro, diffusi nell’America centrale e meridionale. 

Contengono anche vari antiossidanti, aiutano a regolamentare i livelli di zucchero e colesterolo nel sangue, se assunti regolarmente, e come tutti i semi hanno un effetto lassativo.

Un vero superfood, non trovate? Cosa vi trattiene allora da aggiungerli alle vostre ricette? Il loro sapore è piuttosto neutro e quindi si sposano bene con qualsiasi tipo di piatto, da mettere a crudo nel latte e cereali la mattina, nello yogurt, nelle macedonie, nelle insalate, nelle zuppe e nelle vellutate.

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.