CONDIVIDI

Perdite ematiche in gravidanza

L’interruzione delle mestruazioni rappresenta uno dei segnali che possono indicare l’inizio di una gravidanza. Alcune donne, però, nelle prime settimane di gestazione possono continuare ad avere dei sanguinamenti in grado di simulare una vera e propria mestruazione. Le perdite ematiche provocano sempre ansia e preoccupazione nelle donne incinte, ma non sempre ciò è sintomo di problemi nella gravidanza o di anomalie nell’apparato genitale.

Un fenomeno piuttosto diffuso è il cosiddetto Segno della Morula: un piccolo sanguinamento che a volte assomiglia al normale ciclo mestruale e viene così erroneamente considerato dalla donna. È in realtà una conseguenza dell’impianto dell’embrione. Vediamo di spiegare meglio cosa accade.

Il concepimento avviene nella tuba: lo spermatozoo e l’ovulo si uniscono e formano lo zigote che continua a dividersi e a svilupparsi durante il suo transito lungo la salpinge fino alla cavità endometriale, per il quale impiega 3-5 giorni più altre 24-48 ore per raggiungere la zona di impianto nell’utero.

Durante questo arco di tempo il prodotto del concepimento si divide: al momento dell’impianto ha formato una blastocisti, le cellule dalla sua superficie proliferano invadendo e penetrando nell’endometrio (il tessuto che ricopre la parete uterina).

Il processo di annidamento dell’embrione, detto impianto, inizia tra il quinto e l’ottavo giorno e si completa entro il nono e il decimo dal concepimento. Durante questa fase è possibile che si verifichi la rottura di qualche piccolo capillare, avvenimento che può causare un sanguinamento solitamente scarso, a volte di colore rosso vivo. Ciò avviene intorno al 28-33 giorno del ciclo mestruale.

Il Segno della Morula è un fenomeno fisiologico e non deve destare preoccupazioni, ma dal momento che, come abbiamo già detto, le perdite ematiche in gravidanza possono avere molteplici cause, è necessario un consulto ginecologico, importante per individuare eventuali problemi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.