CONDIVIDI

Etichette e bracciali per non perdere i bimbi

I bambini, si sa, sono molto curiosi e sempre in movimento, giocano, corrono, non vogliono mai stare fermi. E così, basta un attimo di distrazione per perderli di vista. Al supermercato, al centro commerciale, in mezzo alla folla, sono tanti i posti i cui ai genitori può capitare di non riuscire più a scorgere il proprio bambino tra gli scaffali e le persone presenti. Il panico è assicurato!

Il famoso brand di abbigliamento Bea Barthes ha così deciso di andare in soccorso dei genitori fornendo loro un aiuto per sapere sempre dove sono i pargoli. L’invenzione si chiama “Se mi perdo” e consiste in speciali etichette da applicare sui vestiti e braccialetti waterproof e antistrappo, entrambi dotati di tecnologie in grado di individuare il bambino in caso di smarrimento.

“Se mi perdo”: come funziona e prezzi

L’invenzione si serve degli smartphone: sarà sufficiente avvicinare l’apparecchio al braccialetto o alla speciale etichetta per far sì che i genitori del bambino smarrito ricevano in tempo reale una mail con la posizione del figlio, geolocalizzata su mappa. La persona che lo ha ritrovato, invece, visualizza sullo smartphone una pagina web specifica attraverso la quale può scegliere di chiamare il genitore oppure inviargli un SMS precompilato.

“Se mi perdo” sfrutta la tecnologia NFC (Near Field Communication). Se il cellulare non dispone del sistema NFC, è comunque possibile leggere l’etichetta attraverso il QR code o, più semplicemente, collegandosi al link riportato sull’etichetta per chiamare il genitore e lanciare in automatico la geolocalizzazione del bimbo.

La speciale etichetta costa 5 euro, mentre i braccialetti 15. Ogni braccialetto è waterproof, completamente impermeabile, inalterabile, può essere immerso in acqua dolce e salata e resiste a temperature sino a 90°.

se mi perdo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.