CONDIVIDI

Caratteristiche degli esami di riparazione

Nonostante i dati siano più che confortanti, l’appuntamento con gli esami di riparazione viene vissuto con molta preoccupazione dalla maggior parte degli studenti interessati.

Secondi i dati pubblicati dal Miur, i ragazzi “rimandati a settembre” per il recupero dei debiti sono uno studente delle superiori su quattro, ma di questi, stando a quanto dimostrato da una ricerca effettuata da Skuola.net, solo 1 su 17 rischia effettivamente la bocciatura.

Risultati che, per quanto incoraggianti, non sono sufficienti ad azzerare l’ansia degli studenti. Ed è così che gli ultimi giorni di vacanza si trasformano in un affannoso tentativo di staccare la mente dal divertimento estivo e collegarla ai libri.

Ma come sono strutturati gli esami di riparazione? Come si svolgono? Le domande e le modalità dell’esame sono a discrezione del docente in accordo con il Consiglio di classe. Ciò può essere negativo se il professore è solito fare di tutto per mettere in difficoltà gli studenti, ma porta con sé anche dei vantaggi perché, conoscendo l’insegnante e avendo seguito le sue lezioni, non dovrebbe essere difficile individuare gli argomenti preferiti o da lui considerati più importanti.

Se siete fortunati, potreste anche contattarlo e ottenere informazioni sulla durata e modalità del test.

Anche la correzione e la comunicazione dell’esito viene effettuata dal docente interessato. Il discorso cambia per la “sospensione del giudizio”. In questo caso “In sede di integrazione dello scrutinio finale – si legge sul sito della Pubblica Istruzione – successivamente all’espletamento delle verifiche relative alle iniziative di recupero, il consiglio di classe procede ad una valutazione complessiva dello studente, che, in caso di esito positivo, comporta l’ammissione dello studente stesso alla classe successiva. L’esito delle verifiche è uno degli elementi che concorrono alla valutazione complessiva.”

Non superare l’esame di riparazione non significa in automatico bocciatura, la decisione spetterà al Consiglio di classe. Se deciderà per l’ammissione alla classe successiva, è bene sapere che gli studenti interessati non partiranno al pari degli altri, ma saranno dei “sorvegliati speciali” e i professori potrebbero decidere di assegnare il debito formativo, con conseguente esame di riparazione, già nel primo quadrimestre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.