Al giorno d’oggi è ancora possibile vivere senza conoscere il resto del mondo?

Vivere in capanne fatte di rami di alberi, immersi nella natura e nient’altro.

Una tribù in Amazzonia vive esattamente così, ignara di tutto ciò che la circonda.

Nel 2008 se ne era parlato, ora è diventata una vera e propria realtà grazie agli scatti fatti da un elicottero che sorvolava la zona. Uomini e donne armati che guardano con stupore e paura lo strano oggetto che sta volando sopra di loro, è questo che hanno colto quegli scatti, qualcosa di sorprendente, qualcosa che si pensa si possa vedere solo nei film.

Un mondo a parte, il loro mondo, immersi in una foresta immensa, coperti e protetti da alberi fitti che rappresentano la loro casa e a cui danno tutto il loro rispetto, al contrario di quello che fa la popolazione di cui fa parte ognuno di noi.

Il nostro mondo, purtroppo, è esattamente il contrario del loro: aria sporca, piena di gas nocivi, foreste disboscate, mari inquinati. Purtroppo al nostro spazio nel mondo non abbiamo riservato una bella sorte, sempre presi da ciò che è meglio per noi, sempre a pensare al progresso, alle nuove invenzioni, a ciò che ci serve per sentirci meglio.

Se ci pensate bene capirete che la maggior parte dei nostri beni, quelli a cui teniamo, quelli che facciamo di tutto per ottenere, sono cose superflue, che non servono al fine della sopravvivenza e che molti di questi beni stanno aiutando a distruggere il nostro amato pianeta.

Anche chi sta scrivendo quest’articolo è consapevole di fare parte di una società di massa e estremamente consumatrice, ma ogni tanto è bene interrogarsi su quale sia il nostro posto nel mondo. Io devo ancora scoprire il mio, e il vostro qual è?

Sareste pronti a vivere nella natura, privi di qualsiasi tecnologia, di qualsiasi privilegio?

Caterina Perilli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.