Roma. Lo scontrino romano sta facendo il giro del web e le polemiche e le indignazioni del popolo dell’itere iniziano a farsi sentire.

Due turiste giapponesi in vacanza a Roma hanno , infatti, postato su Facebook lo scontrino del ristorante dove sono andate a mangiare : un totale di 430 euro per due piatti di spaghetti con il pesce e 80 euro di mancia. Una cifra da capogiro se pensiamo che c’è gente che con un po’ più della metà cerca di arrivare a fine mese.

Il ristorante “incriminato”è Antico Caffè di Marte a Castel Sant’Angelo , proprio nel centro della capitale. La vista mozzafiato e l’atmosfera suggestiva rende sicuramente questo locale unico ma….caro.

Dopo la pubblicazione dello scontrino da parte delle due turiste non sono tardate dunque anche le polemiche dei tour operator

«Episodi simili causano un danno di immagine alla città di Roma commentano da Federagit – Guide Turistiche di Roma – Noi desideriamo una città più accogliente e chiediamo che le forze dell’ordine controllino se c’è stato un abuso nei confronti delle due giovani giapponesi».

Non è tardata ad arrivare la replica del ristoratore Giacomo Jin : «Il nostro menu è chiaro, tutto è scritto nel dettaglio, basta guardare i prezzi: massimo 16 euro per uno spaghetto allo scoglioPer pagare quella cifra le ragazze non avranno preso solo gli spaghetti, ma anche pesce. D’altronde, da noi il pesce è fresco: il cliente lo sceglie al bancone, noi lo pesiamo e lo cuciniamo. Al momento di pagare chiediamo al cliente se vuole dare la mancia, e può scegliere tra il 10 e il 20 per cento dell’importo, tutto liberamente»,

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.