Sara Tommasi nasce a Narni il 9 giugno del 1981.

La Tommasi è una showgirl, attrice e modella italiana.

Che negli ultimi anni non ha sentito parlare della Tommasi?

Si sente parlare di lei sempre in negativo, senza pensare che è una ragazza di 33 anni che ha cercato solamente di realizzare il suo sogno di diventare attrice. Purtroppo i sogni sono imperfetti, diventano veri, perdono libertà. Quando Sara si è laureata all’Università Bocconi di Milano e dopo aver conseguito il diploma di recitazione e dizione presso la CTA di Milano probabilmente non immaginava che la strada per il successo sarebbe stata lastricata di così tante difficoltà e scandali.

Come Showgirl inizia la carriera lavorando come veejay per AllMusic nel 2002, e continua come valletta al Paolo Limiti Show, come paperetta a Paperissima, come schedina a Quelli che il calcio.

Nel 2006 però esce dall’anonimato e il suo nome inizia pian piano ad essere sulla bocca di tutti, partecipando come concorrente al programma L’isola dei famosi.

Il passo successivo è stato quello di posare nuda per dei calendari. Forse da qui la sua concezione di successo è diventata un qualcosa di freddo e materialistico e a dimostrazione di ciò c’è la frase pronunciata dalla stessa:

« All’inizio non volevo spogliarmi, poi ho cambiato idea. Il seno? L’ho rifatto. Io sono un prodotto da vendere nel mercato dello showbusiness. »

Nel 2007 arriva la prima conduzione in tv, insieme a Fabrizio Frizzi, del programma Mi fido di te. L’anno dopo arriva anche il debutto sul grande schermo nel film Ultimi della classe nel quale ottiene il premio di miglior attrice non protagonista nell’Invisible Film Festival di Cava de’ Tirreni. Torna a farsi vedere nei cinema nel 2011 col film Una cella in due.

In seguito al caso Ruby, la Tommasi dichiara di essere stata drogata per fini sessuali e che nel suo corpo fosse stato impiantato un microchip per fini persecutori.

Riguardo a quanto accadde nel processo Ruby che riguardava Berlusconi, una delle sue dichiarazioni al Corriere della Sera fu:

«Non sono una escort. Sono vittima di persecuzioni e ricatti continui e non mi sento tutelata. Berlusconi mi ha colpita positivamente la prima volta che l’ho visto. Oggi posso dire di essere delusa. Uno scandalo del genere può coinvolgere una starlette come me ma non un politico, che dovrebbe dare il buon esempio»

Un’altra prima esperienza la fece nel 2012 quando per la prima volta girò un film pornografico, intitolato appunto La mia prima volta. 

Nello stesso anno è stata ricoverata in una clinica a causa di un disturbo bipolare. Dopo il ricovero Sara annunciò di non voler più girare film pornografici e l’affermazione sconcertante fu che il produttore di quei film l’ha costretta a girarli facendole fare uso di stupefacenti. 

Le vicende che girano intorno ai film porno della Tommasi sono un punto interrogativo a cui lei risponde in modo diverso a tempi alterni.

Cosa possiamo augurare a Sara Tommasi? Forse l’unico augurio possibile è quello di ricordare quali erano i suoi sogni e di riscoprire quella ragazza che studiava recitazione a Milano e che sì avrebbe fatto di tutto per arrivare al successo ma che forse non avrebbe mai pensato di arrivare a tanto.

 

Caterina Perilli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.