CONDIVIDI

Matteo Salvini parla della manovra

Il vicepremier Matteo Salvini, durante un’intervista ha affermato che il governo non ha nessuna intenzione di fare marcia indietro sulla manovra; nel caso in cui lo spread continuasse a salire. 

Salvini continua l’intervista e dichiara che tagliando le tasse, si aiuta la crescita. Il governo punta a ad un paese dove non si cresce solo dello zero virgola, ma del due o del due e mezzo. 

Dalle parole del ministro sappiamo poi che all’interno della manovra ci daranno 16 miliardi destinati ai due interventi principali: il reddito di cittadinanza e l’abolizione della legge Fornero.

In questa cifra saranno compresi anche i soldi per l’aumento delle pensioni d’invalidità, l quoziente familiari e un premio alle famiglie numerose con contributo alla natalità. 

Matteo Salvini precisa poi che per il reddito non saranno previsti 10 miliardi come affermato dal collega Di Maio, bensì 8. Per quanto riguarda invece l’abolizione dell legge Fornero, l’investimento previsto oscilla tra i 7 e gli 8 miliardi; in base a quanti sceglieranno di andare in pensione nel 2019.”La Fornero è stata una legge ingiusta-dichiara Salvini- e va abolita.”

Durante la medesima intervista interviene anche il Ministro Di Maio che precisa che la misura messa in piedi prevede che tutta la platea abbia il reddito di cittadinanza; e che si superi la legge Fornero con quota 100 vera. 

Di Maio ci tiene anche a precisare che i soldi per tutte le misure ci sono, e smentisce anche le ipotesi di un cambio al ministero dell’Economia. Alcune voci infatti suggerivano di spostare al posto di Giovanni Tria l’attuale ministro delle politiche europee Paolo Savona.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.