CONDIVIDI

Sono passate più di 24 ore ormai da quando l’ attenzione di tutto il mondo si è posata sul piccolo isolotto italiano, dove riposava adagiata su un fianco la Costa Concordia, un gigante lungo più di 300 metri e pesante circa 115 mila tonnellate.

Era la notte  13 Gennaio 2012 quando la Concordia si avvicina pericolosamente alle coste dell isola del Giglio, l impatto con la scogliera è inevitabile, la concordia affonda, nel naufragio perdono la vita 32 persone dei 4229 passeggeri della Nave.

In questo anno e mezzo si sono susseguiti moltissimi interventi di messa in sicurezza dell imbarcazione, più di 25000 immersioni sono state fatte per preparare le opere di sollevamento della nave, sono state utilizzate circa 600 mila tonnellate di acciaio, per un peso pari a 4 volte la Torre Eiffel, invece sono 600 i milioni di Euro stanziati per la rimozione del relitto e la messa in sicurezza delle spiaggie dell isola.

Ieri abbiamo assistito ad una delle più gloriose pagine dell ingegneria navale, nulla di simile era mai stato tentato fino ad ora dall uomo, calcoli complicatissimi sono stati svolti da moltissimi computer, tutto calcolato al centesimo per portare a casa questo recupero che tutt’ora ha dell incredibile.

Lunedi 16 Settembre 2013, Giglio. Sono le ore 9 quando viene dato inizio alle operazioni di rotazione della concordia, gli ingegneri preannunciano un tempo di rotazione intorno alle 12 ore, ed i primi cenni visibbili ad occhio nudo sarebbero stati tali solamente dopo 4 o 5 ore.

 

Sono ormai le ore 16 quando la rotazione comincia a diventare veramente evidente, i segni del mare e del tempo scalfiscono lo scafo della Concordia, ma il lavoro è molto lungo, i primi prospetti parlavano di una rotazione completa per l ora di cena, 21 circa, ma tale notizia viene smentita dallo stesso Staff della Contro Room, che afferma che intorno all ‘ alba sarebbe stata completata l operazione di recupero.

 

http://static.la7.it/images/7/4/748734.jpg

Ci siamo, sono le 4 e mezza del mattino, delle sirene squarciano la notte, La rotazione è comletata, 500 persone hanno lavorato ininterrottamente per 19 ore per garantire il successo dell’ operazione, acclamati come degli eroi fra ultra e veri e prorpi cori da stadio i membri del direttivo dell operazione.

Il sole si leva sull relitto ormai riaddrizzato della Concordia, il lato che è stato sommerso per più di un anno porta i sengni dello schiacciamento contro la scogliera, intermante deformato e corroso dalla salsedine.

Qui sotto troverete un video di 40 secondi che riassume le 19 ore di  sollevamento della nave.

5 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.