Le rose sono la passione di tantissime donne.

Simbolo di amore e affetto incondizionato, le rose si regalano principalmente nelle grandi occasioni: compleanni, anniversari, lauree e tanto altro ancora.  L’unica pecca dei fiori freschi è che non mantengono a lungo, specialmente durante la stagione estiva.

E allora come riuscire a far durare le rose per più tempo possibile?

Ovviamente, bisogna prendersene cura in maniera costante. In linea generale, si consiglia di cambiare l’acqua ogni tanto e tenerle in un ambiente fresco. Tuttavia, esistono altri accorgimenti che vi consentiranno di mantenere le rose fresche per almeno una settimana. Scopriamoli insieme!

Acquistare rose fresche

Il primo step per far durare a lungo le rose è certamente acquistarle in condizioni ottimali.

Questo perché se non dovessero essere fresche sin dall’inizio, si seccheranno nel giro di pochissimo. Pertanto, nel momento in cui vi recate al fioraio, valutate con attenzione i vari mazzi di rose. Non fatevi prendere dalla fretta di comprare e chiedete al venditore un consiglio. Se la persona in questione è onesta, saprà indicarvi perfettamente le rose che fanno al caso vostro.

Calcolate che le migliori sono sempre quelle che giungono al punto vendita il giorno stesso, provenienti da una cella frigorifera. Inoltre, evitate i mazzi che sono esposti alla luce del sole (specialmente d’estate).

Invece, nel caso in cui foste intenzionate a raccoglierle dal giardino, optate per le prime ore del mattino. Così facendo, le temperature saranno meno elevate e la rosa sarà meno propensa ad appassirsi.

Tra l’altro, potete constatare la loro freschezza facendo una leggera pressione tra il gambo e i petali. Se questa parte dovesse sembrarvi già “molliccia”, allora lasciate perdere. Vuol dire che nel giro di due/tre giorni si rovineranno.

Mettile nell’acqua

Come vi abbiamo già detto in precedenza, una delle cose fondamentali da fare è quella di mettere le rose nell’acqua.

Ovviamente, si intende solo le parti finali dei gambi. E’ un passaggio da effettuare in tempi repentini: anche se doveste essere indecisi sul vaso in cui riporle, ponetele comunque in un recipiente (va bene anche una bottiglia d’acqua tagliata a metà, una brocca o un secchio.

A tal proposito, è molto importante anche la scelta del fioraio. Se acquistate in un posto molto lontano e dovrete affrontare un lungo tragitto, le rose avranno molta più probabilità di appassire velocemente. Magari se ne avete la possibilità, acquistate un piccolo vaso nel punto vendita stesso.

Accorcia i gambi

Nel momento in cui i gambi delle vostre rose sono “a mollo”, accorciateli un po’.

Grazie a questo metodo, riuscirete a contrastare l’eccessivo passaggio d’aria, che potrebbe deteriorarli. Potete tagliarli anche nell’acqua stessa. L’importante è procedere con molta cura, facendo anche attenzione a possibili spine. Vi consigliamo l’utilizzo di un coltello piuttosto che le classiche forbici: quest’ultime schiacciano i gambi, non consentendo loro di usufruire pienamente dell’acqua.

Ovviamente, il coltello che utilizzate dev’essere sterilizzato. In caso contrario, la presenza di batteri potrebbe intaccare i fiori, portandoli verso un declino repentino.

Successivamente, procedete con la rimozione delle foglie dai gambi immersi nell’acqua. Il motivo risiede nel fatto che anch’esse potrebbero essere delle portatrici di microrganismi che metterebbero a rischio le rose, facendole appassire. Però come vi abbiamo appena detto, eliminate solo quelle in basso: le altre presenti in prossimità dei petali non vanno toccate, a meno che non risultino eccessivamente secche.

Infine, tenete a mente che i gambi vanno accorciati ogni 3 giorni circa. Questo perché nel corso del tempo le punte sono più propense a piegarsi, impedendo il passaggio dell’acqua. E’ sufficiente tagliarle circa 2 cm alla volta: non esagerate, altrimenti vi potreste ritrovare con dei fiori cortissimi!

Tienile alla larga dalla frutta

Forse non tutti sanno che per far durare le rose fresche, bisogna tenerle alla larga dalla frutta.

Pertanto, dopo averle disposte in un vaso e messe magari come centrotavola nella vostra cucina, assicuratevi che non ci sia nulla vicino. Un cestino di mele, banane, pere e così via, tende a rilasciare delle sostanze (tipo gas) che intaccano le rose e le fanno appassire più velocemente.

Oltre a questo aspetto, ricordatevi sempre di disporre le rose in un ambiente fresco e asciutto: troppa umidità, non fa assolutamente bene. Allo stesso tempo, evitate l’esposizione diretta ai raggi solari ma tenetele comunque in una zona della casa luminosa.

Mettici acqua fresca

Per far sì che le rose durino a lungo, risulta fondamentale “nutrirle” con molta acqua fresca.

Di conseguenza, quando prendete il vaso per riporle, ricordatevi di riempirlo più della metà. Inoltre, è importante che i fiori non restino attaccati al fondo del recipiente, altrimenti non riusciranno ad idratarsi a sufficienza.

Per una buona resa, ricordate sempre di cambiare l’acqua periodicamente (ogni due giorni circa). Tuttavia, non basterà svuotare il vaso e riempirlo: è essenziale che lo laviate per eliminare la formazione di batteri o altre sostanze nocive. Magari, provate a disinfettarlo aggiungendo qualche goccia di candeggina; ovviamente, non lasciate fuori le rose per troppo tempo, altrimenti si seccheranno.

Aggiungi nutrienti

Un’altra strategia per mantenere le rose fresche a lungo, è l’aggiunta di nutrienti.

Solitamente, si consigliano dei concimi specifici che potete trovare nei migliori fiorai. Fatevi consigliare da una persona esperta nel settore, perché ogni tipo di fiore può necessitare di cure specifiche.

In alternativa, aggiungete un po’ di candeggina. Questo servirà più che altro per mantenere l’acqua purificata, contrastando l’insorgenza di batteri. Come vi abbiamo detto in precedenza, cercate di non esagerare con le quantità, perché a quel punto danneggerebbe le rose (ne basta davvero pochissima).

Infine, nel caso in cui non doveste disporre temporaneamente di un vaso con dell’acqua, riponete per qualche ora le rose in frigo. Questa tecnica risulta essere molto efficace nella stagione estiva, perché a causa delle temperature elevate, i fiori tendono a perdere tono nel giro di qualche ora.

Questi sono soltanto alcuni consigli su come far durare le rose fresche: in realtà, ce ne sono tanti altri. Tuttavia, prima di metterli in pratica, informatevi con chi se ne intende o date uno sguardo alle recensioni web o sui siti specializzati sui trattamenti di fiori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.