Uomo stacca un dito a un funzionario della pulizia municipale

vigili

ROMA – Un uomo di 54 anni, nato a Castellammare del Golfo, ma residente a Roma, ha aggredito un agente della polizia municipale di Roma Capitale, Giuseppe Caracciolo, mordendogli la mano fino a staccargli un dito. Ora si trova agli arresti per lesioni gravissime.

L’uomo era stato fermato poco prima in via Ostiense perché con il suo Vespone aveva tentato di travolgere due vigilesse che stavano facendo un posto di blocco. Dopo essere stato bloccato grazie all’intervento di altri due vigili, F.F. è stato condotto negli Uffici del Gruppo Pronto Intervento Traffico di circonvallazione Ostiense a Roma per essere interrogato.

L’uomo, già denunciato in passato per tre aggressioni alle forze dell’ordine, ha però perso il controllo è si è scagliato contro un agente del Git, Giuseppe Caracciolo, mordendogli la mano fino a staccargli la falange di un dito.

Caracciolo è stato subito trasportato al San Giovanni, dove è stato medicato, e poi trasferito al San Camillo nella struttura specializzata in chirurgia della mano. Più tardi è stato però dimesso in quanto l’operazione di ricostruzione del mignolo si è rivelata impossibile da eseguire. “Non era possibile ricucire la falangetta del mignolo della mano sinistra”, ha spiegato il comandante della Municipale Raffaele Clemente.

“L’uomo ha diversi precedenti specifici, tre o quattro, per aggressione ai danni delle forze dell’ordine. Evidentemente trovava piacere a fare certi gesti – ha dichiarato lo stesso Clemente – È un’azione ai limiti della follia di cui mi ha colpito la proditorietà perché è stato un gesto improvviso e senza nessuna motivazione. Dopo essere stato fermato e portato negli uffici ad Ostiense la situazione sembrava tranquilla ma non appena sceso dalla macchina l’uomo ha aggredito il vigile sferrandogli tre cazzotti in faccia. Lui ha cercato di difendersi con le mani e quello gli ha staccato la falangetta del mignolo con un morso.”

Solidarietà da parte del sindaco Ignazio Marino “Voglio esprimere la mia solidarietà all’ufficiale perché tali episodi di violenza sono inaccettabili e fortemente rifiutati dalla nostra comunità cittadina.” 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.