CONDIVIDI

Consigli per superare la fine di una relazione

dimenticare lui

“Non lo dimenticherò mai”, “Mi sento persa senza di lui”, “Era tutta la mia vita”, “E ora come farò?”..sono alcune delle frasi che le donne tendono a ripetere maggiormente dopo essere state lasciate dal partner, ma rappresentano anche il modo peggiore per affrontare la fine della relazione. Superare una delusione d’amore non è affatto facile, ma neanche impossibile. Non esiste una vera e propria ricetta per dimenticare in fretta l’ex, ma è possibile seguire alcuni utili accorgimenti. Vedrete, vi saranno di grande aiuto!

Dire basta al dolore

È normale soffrire molto quando si viene lasciati dalla persona amata, ma questo dolore non può e non deve durare per sempre. A un certo punto bisogna avere la forza di dire “Basta! Non merito di stare così male!”. È automatico, durante i primi giorni (settimane, mesi…) ci si sofferma a pensare ai bei momenti, ci si interroga sui possibili errori commessi, ci si chiede come sarebbe andata la relazione se questa fosse continuata. Più cercate di non pensarci, più lui compare nella vostra mente. Quello che dovete fare è dare un taglio netto a tutto questo! Spezzare il circolo vizioso, la catena del dolore! Riprendete il pieno controllo di voi e della vostra vita! Non è facile, me ne rendo conto, ma è doveroso farlo, rappresenta il punto di partenza per la vostra rinascita. Continuare a crogiolarvi nei ricordi non vi aiuterà affatto, anzi, impiegherete ancora più tempo per dimenticarlo!

dimenticare ex

Riprendere in mano la propria vita

Cercate di tenervi occupate il più possibile. Dedicatevi ai vostri hobby, passioni, buttatevi a capofitto nel lavoro o nello studio, uscite con le amiche, fate tutto ciò che vi fa sentire bene e in pace con voi stesse. Potete vivere anche senza di lui: questa è la regola! Frequentate nuovi posti, arricchite la vostra vita di novità, ampliate le vostre conoscenze, scoprirete che là fuori c’è ancora tutto un mondo da esplorare e che la vostra voglia di vivere non si è conclusa con la fine della relazione con lui.

Restare in contatto

Non è obbligatorio, soprattutto in questa vostra fase di “transizione”, forse un giorno, più in là, quando i vostri sentimenti per lui saranno ormai scomparsi, potreste accettare di mantenere una sorta di legame. Per il momento sarebbe meglio evitare, per quanto possibile, di vederlo e sentirlo. Niente messaggini, chiamate, nessun incontro “casuale” nei luoghi che eravate soliti frequentare, evitate di tenere sotto controllo il suo profilo facebook o chiedere informazioni in giro sul suo conto. Vi fareste solo del male! Quando uscite con le amiche, cercate di non parlare di lui, dedicatevi ad altri argomenti di conversazione.

Se lui è il padre dei miei figli

Qui la questione è un po’ più complessa, non ci si può semplicemente non vedere più. Concentratevi sui vostri figli, la cosa più importante è che loro stiano bene. Per quanto riguarda lui: è e rimarrà il padre dei vostri figli, ma non state più insieme, andate dritte verso la vostra nuova vita.

storia-finita-

1 commento

  1. E’ veramente doloroso il momento in cui una relazione termina (“la fine di un amore”), ancora più doloroso se si viene lasciati improvvisamente e la relazione ha avuto una durata importante.
    Trattasi – psicologicamente parlando – di un evento stressante (anche traumatico) molto intenso: non tutte le persone, da sole, riescono a sopportarlo, elaborarlo (come andrebbe fatto secondo la più avanzata psicoterapia contemporanea ) oppure ridurne, semplicemente, l’impatto emozionale, desensibilizzandosi dall’evento subito.
    La sofferenza provata dipende, oltre che dalla situazione contingente e dalle aspettative sulle persona amata, dalla soglia di sopportazione individuale e da caratteristiche personologiche, nonché da eventuale predisposizione caratteriale o vulnerabilità biopsichica o sensibilità personale, che dir si voglia (v. in particolare le pagine 26, 27, 65, 68, 80, 89, 175, 236, 249, 262, 277, 286, 358, 402, 449, 474, 539, 540 de “Il manuale pratico del benessere”, patrocinato dal club UNESCO (Ipertesto editore). Comunque in caso di seria difficoltà a superare il momento ed eventuale interferenza importante con la propria vita quotidiana è sempre consigliabile rivolgersi ad un capace ed esperto psicoterapeuta, semplicemente per stare meglio con sé e con gli altri ed affrontare il futuro psicologicamente più rafforzati per aprirsi liberamente verso nuove relazioni riducendo al massimo la probabilità di una eventuale sofferenza futura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.