La gravidanza è un momento meraviglioso per molte donne ma il post gravidanza può impattare sul nostro umore. Dopo la gravidanza il nostro corpo cambia e spesso vediamo dei cambiaenti che non riusciamo ad accettare. Pancia che non si sgonfia facilmente e il seno che si svuota dopo l’allattamento. Cosa fare per riottenere un seno tonico e sodo? Vediamo qualche consiglio utile in merito.

Esercizi per tonificare il seno

Quando ci avvicianiamo alla stagione calda, arriva il dramma: siamo pronte , dunque, a scendere in spiaggia? Uno dei requisiti fondamentali per apparire in forma in costume è avere un seno sodo e tonico. Come fare? Bé, come sapete i consigli non ci mancano mai. Abbiamo per voi in serbo qualche esercizio e qualche trucco per rassodare il seno. Iniziamo con degli esercizi:

  • Congiungere le mani come se si stesse pregando, far combaciare i palmi delle due mani incrociate, alzare i gomiti fino a formare una linea che congiunge i due gomiti e che passa per i palmi delle due mani. Una volta in posizione fare forza sui palmi delle mani. A questo punto, facendo forza, dovreste sentire la pressione della forza che state esercitando anche sulla parte esterna del seno e del torace. La sentite? Allora state facendo l’esercizio nel modo giusto! Consigliamo di farne 3 serie da 20 al giorno. 
  • Un altro esercizio può essere affrontato con l’ausilio di una parete. Dovete infatti, da in piedi, appoggiare i palmi delle mani al muro con le braccia tese all’altezza delle spalle. Una volta in posizione flettete le braccia portando i gomiti verso l’esterno e avvicinandovi con il viso al muro fino a sfiorarlo con il naso, poi tornate alla posizione di partenza e ricominciate. Questo esercizio   deve essere eseguito molto lentamente e potete iniziare con 15 ripetizioni al giorno per poi aumentare gradualmente fino a quanto ve la sentite.

Per aiutare il vostro seno a rimanere tonico e in forma ci sono anche dei trucchetti che vi consigliamo:

  • Quando fate la doccia, una volta uscite, aprite il rubinetto con dell’acqua fredda e con la mano mettete l’acqua fredda sul sottoseno. Questo gesto naturalmente ha più efficacia se la doccia che avete fatto è stata con dell’acqua calda, almeno nel momento finale.
  • Naturalmente un altro consiglio è quello di stare sempre dritte con la schiena, questo aiuterà il vostro seno a non “appendersi” e a non apparire trascurato.
  • Una bella corsa o saltare con la corda non potrà che fare bene al vostro seno come a tutto il vostro corpo!
  • Quando fate sport, ricordatevi di indossare un reggiseno sportivo, che sappia tenere bene il vostro seno e che abbia delle spalline molto larghe.

Questi pochi trucchi ed esercizi vi aiuteranno a rassodare e a tonificare il vostro seno così da poter scendere in spiaggia a seno alto!

Rassodante seno gravidanza

Il seno durante la gravidanza vive un periodo fantastico, appare sodo e pieno, in seguito, soprattutto dopo l’allattamento, perde tonicità e si svuota. Cosa fare per restituire al seno tutto il suo splendore? Ci sono alcuni semplici accorgimenti che permettono di rimettere in forma il décolleté. Scopriamoli insieme.

È importante prendersi cura del proprio seno già durante l’allattamento, per evitare lo svuotamento si consiglia di effettuare un impacco caldo prima di allattaree uno freddo subito dopo. Massaggiare il seno durante e dopo l’allattamento permette uno scorrimento più lento del latte, evitando così lo svuotamento. Bisogna inoltre assicurarsi che il reggiseno si adatti perfettamente, non deve essere né troppo stretto né troppo largo.

Le attenzioni devono continuare anche una volta terminata la fase di allattamento. È di fondamentale importanza trattare il seno con prodotti rassodanti mirati a rinforzare ed elasticizzare la pelle. In commercio ne esistono di tanti tipi, avrete l’imbarazzo della scelta! I più utilizzati sono quelli a base di collagene, elastina o derivati vegetali multi azione.

Da non sottovalutare il potere delle basse temperature, per questo è importante effettuare spugnature o docce localizzate con l’acqua fredda. Procedete così: prendete un panno pulito, utilizzatelo per avvolgere un cubetto di ghiaccio e passatelo sul seno, oppure effettuate docce alternate caldo-freddo, con intervalli di circa 10 secondi ed effettuando movimenti circolari.

Rassodare seno post allattamento

È assolutamente normale che il seno perda tonicità e volume dopo la gravidanza e l’allattamento. Nei nove mesi della gestazione, spiegano i medici, il décolleté vive un periodo di grandi trasformazioni. L’aumento degli estrogeni comporta infatti un incremento delle risorse lipidiche e delle ghiandole che producono latte, di conseguenza, il seno diventa più grande e più sodo. Con la montata lattea, le mammelle si riempiono di latte e aumentano ulteriormente di volume. Il seno cresce a vista d’occhio: questo cambiamento repentino provoca un brusco stiramento del tessuto connettivo di sostegno e della pelle.

Ai cambiamenti che il seno subisce durante la gravidanza si aggiungono quelli del post allattamento. In questa fase si verifica la perdita di grasso e la riduzione delle ghiandole, ciò comporta un décolleté svuotato e con pelle in più rispetto alla dimensione delle ghiandole che deve contenere.

Seno tonico esercizi e crema

Nella maggior parte dei casi non si tratta di danni irreparabili: l’aspetto del seno può essere migliorato grazie ad alcuni accorgimenti. Bisogna però tener conto che i tempi di recupero e gli effetti variano a seconda dell’età della neomamma: più è giovane, più sarà rapida la ripresa. La prevenzione gioca un ruolo importante: il seno va curato e difeso già durante la gravidanza e l’allattamento. Se si interviene solo successivamente, infatti, raramente si riesce a porre rimedio ai danni che si saranno già verificati.

È di fondamentale importanza applicare sostanze in grado di rinforzare ed elasticizzare la cute. Già durante la gravidanza si coniglia di utilizzare creme a base di collagene, elastina, vitamine C, A, E, estratti vegetali (soia, alchemilla, edera o centella), e in generale principi attivi elasticizzanti. Dopo l’allattamento, spiegano gli esperti, si può optare per lozioni un po’ più forti, contenenti acido glicolico, acido lattico, acido salicilico e retinolo. Questi prodotti vanno applicati tutti giorni con massaggi delicati, eseguiti con movimenti circolari, dal basso verso l’alto (evitando i capezzoli). Meglio se dopo la doccia.

Un altro rimedio che consente di preservare la tonicità del seno consiste nell’effettuare delle spugnature alternate con acqua calda e fredda. Il calore provoca la vasodilatazione, le basse temperature, invece, comportano una vasocostrizione: una “ginnastica” utile per restituire tonicità ai tessuti.

Seno tonico senza reggiseno

Non ascoltate chi vi consiglia di non utilizzarlo! Il reggiseno è infatti un valido alleato del seno sia in fase di allattamento che dopo. Va indossato sempre, sia di giorno che di notte. Funziona come una sorta di doppia pelle: sorregge e alleggerisce il seno. È importante scegliere il modello giusto: da evitare quelli che pressano il seno e la gabbia toracica. Il reggiseno giusto deve accogliere le mammelle e assecondarne forma e dimensione.

Anche il regime alimentare svolge il ruolo importante in questo ambito. Si consiglia una dieta povera di sale e ricca di vitamina C, A ed E.

Tonificare il seno come fare

Esistono alcuni semplici esercizi utili per rafforzare la muscolatura pettorale e restituire tonicità al décolleté. Possono essere tranquillamente eseguiti in casa.

  • Mettetevi in piedi e unite le mani all’altezza del petto, come si fa per pregare. I gomiti devono stare verso l’esterno. Spingete le mani l’una contro l’altra e tenete la posizione per alcuni secondi. Allentate la tensione e ripete per una decina di volte.
  • Mettetevi a gattoni ed eseguite le cosiddette “flessioni facilitate”. Piegate i gomiti e scendete fino a toccare il pavimento con la fronte. Poi risalite e ripetete per almeno due serie da 10.
  • Sono utili anche gli esercizi con i manubri da 1 kg. In posizione eretta, impugnate un manubrio in ogni mano, piegate le braccia a 90° davanti al corpo e sollevate i gomiti all’altezza delle spalle, aprite e chiudete gli avambracci di circa 20 cm. Ripetete per tre sessioni da 15, con una piccola pausa tra una sessione e l’altra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.