CONDIVIDI
in_un_negozio_di_tessuti_di_quartu_il_tempo_si_fermato_i_conti_in_lire-0-0-396787

Tessuti in offerta a 10.000 lire. Succede a Quartu Sant’Elena, pochi chilometri da Cagliari e non è un errore dei negozianti. Semplicemente i fratelli Antonio e Giuseppe Massa sin da quando è entrato in vigore l’euro, poco amato da molti italiani, hanno deciso di andare avanti per la loro strada.

Così anche se ad alcuni può sembrare anacronistico, hanno trovato un saggio compromesso. Nel loro negozio di tessuti i prezzi esposti per la merce sono ancora tutti in lire, per meglio far conteggiare i clienti (alcuni dei quali non sono più ragazzini), ma quando si arriva alla cassa a pagare il prezzo viene automaticamente trasformato in euro semplicemente con una calcolatrice.

Nessuna protesta politica e polemica, nessun partito anti-euro da appoggiare: solo la voglia dio non disperdere quello che era un capitale dell’Italia e lo è stato sino al 2002. I loro clienti sino ad oggi si sono sempre trovati bene così, perché cambiare?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.