CONDIVIDI

Igenizzare la lavatrice.Molte volte il calcare si forma nella lavatrice; questa è una conseguenza della eccessiva percentuale di carbonato di calcio, che viene chiamato appunto calcare. Maggiore è la presenza del carbonato di calcio e più aumenta la cosidetta durezza dell’acqua.

Un’eccessiva percentuale di calcare nell’acqua può danneggiare la lavatrice e provocare dei guasti; uno dei modi per risolvere questo problema è quello di installare un decalcificatore che vada a filtrare l’acqua per tutto l’impianto idrico di casa.

In altri casi è necessario evitare che il calcare si formi, o una volta che c’è trovare il modo di eliminarlo.

Oltre ai classici e spesso costosi prodotti anticalcare ci sono dei rimedi che prevedono l’utilizzo di aceto, acido citrico, bicarbonato di sodio. Tutti questi prodotti naturali possono essere mischiati con l’acqua. Cerchiamo di capire come usare questi prodotti naturali per togliere il calcare dagli elettrodomestici. 

Per risolvere questo problema è vero che in commercio ci sono tanti prodotti anticalcare chimici che come abbiamo detto portano con loro un maggiore costo e comunque vanno in molti casi a portare un danno all’ambiente. Anche per questo motivo è bene orientarsi verso la preparazione di prodotti fatti in casa e che hanno ingredienti del tutto naturali.

Anticalcare casalingo

Oltre ai vantaggi economici che portano gli anticalcare naturali, ci sono dei vantaggi legati al risultato che potrete ottenere se utilizzate questi prodotti.
Questi ingredienti naturali che si usano per combattere il calcare, come aceto bianco, acido citrico bicarbonato di sodio, vi permettono di arrivare a un grado di pulizia e lucidità delle superfici che è anche più alto in confronto al risultato che vi portereanno i prodotti industriali.

Tra questi ingredienti naturali, quello più utilizzato è sicuramente l’aceto; in questo caso è consigliabile usare l’aceto bianco. L’aceto è molto utile spesso per gli elettrodomestici più fragili, come appunto le lavatrici; si arriva al risultato senza fare danni.
L’effetto dell’aceto si fa sentire su tutte le superfici interne della lavatrice.

L’aceto si può mischiare con l’acqua, ma senza mettere troppo poco aceto o troppa acqua, per non far svanire l’effetto che vi serve per togliere il calcare.

Quando avrete sciolto l’aceto, potete inserirlo nelle apposite vaschette della lavatrice.

Aceto come anticalcare

Se sentite eccessivo odore di aceto, il che è più che normale, basterà areare l’ambiente per qualche minuto. Ci sono poi degli altri procedimenti per togliere il calcare dalla lavatrice.

In particolare può servire a volte di fare un trattamento un pò più forte. In quei casi dovete versare un litro d’aceto assoluto all’interno del cestello vuoto della lavatrice e avviare poi un programma di lavaggio lungo; la temperatura può andare dai 60 ai 90 gradi al massimo.

L’ideale sarebbe di fare questo tipo di lavaggio tutti i mesi. Mentre, quando fate il lavaggio dei vestiti in maniera classica è importante che ci siano sempre 100 ml di aceto, da versare all’interno della vaschetta dell’ammorbidente.

Questo vi consentirà di ottenere un risultato eccellente; infatti l’aceto risulta essere molto potente per la sua azione anticalcare; in più aiuterà anche il detersivo a svolgere meglio il suo lavoro.

In questo senso però è importante che non miscelate in maniera diretta il detersivo con l’aceto, questo perchè l’aceto ha una funzione acida, che unita alla funzione basica del detergente si eliminerebbero a vicenda.

Bicarbonato di sodio anticalcare naturale


Per la lavatrice, un altro prodotto utile oltre all’aceto, è il bicarbonato di sodio; questo prodotto naturale esercita un potente effetto anticalcare.
Il bicarbonato è un tipo di sostanza che ha un origine minerale; è solubile e no nlascia segni visibili; inoltre è un tipo di prodotto che non va a danneggiare l’ambiente.
I passi da seguire per eliminare il calcare dalla lavatrice, sono simili a quelli che vi abbiamo descritto per l’aceto.
Anche eliminare il calcare con il bicarbonato non è difficile; c’è una prima differenza rispetto all’aceto; si può miscelare direttamente insieme al detersivo.

Nei casi in cui lo vogliate utilizzare insieme a quando lavate i vestiti potete farlo; aggiungete un cucchiaio, circa venticinque grammi, direttamente nella vaschetta. Per togliere le incrostazioni della lavatrice versatene 150 gr, sempre all’interno della vaschetta; in questo caso però è obbligatorio avviare prima un lungo programma a vuoto.

Quando acquistate una nuova lavatrice dovete considerare sempre di fare questo tipo di manutenzioni; soprattutto se avete deciso di usarla rispettando l’ambiente. Come dicevamo ad ogni lavaggio è necessario aggiungere 1 cucchiaio (25g) di bicarbonato nella vaschetta insieme al detersivo liquido. Poi, almeno una volta al mese fate il lavaggio a vuoto che vi abbiamo descritto nei paragrafi precedenti. Una delle cose più importanti da ricordare è di non usare il bicarbonato di sodio con la lana e la seta

Con questi nuovi metodi fatti in casa, sarete in grado di contrastare efficacemente la formazione di calcare.

Spesso i punti in cui si va a formare sono le pareti della lavatrice, che a loro volta possono contaminare i vostri capi. Senza considerare che il calcare residuo che spesso rimane, può fare molti danni alla vostra lavatrice; allo stesso modo può provocare dei problemi anche agli altri elettrodomestici. Ci possono essere dei casi in cui si possono anche danneggiare in modo irreparabile, costringendovi all’acquisto di un nuovo elettrodomestico.

Lavare i panni bene

Ci sono altre pratiche utili che potete svolgere, anche nel caso in cui vi trovate ad utilizzare dei detersivi: usati esclusivamente quelli indicati per i tipi di acque ricche di calcare; andando avanti poi diminuite la quantità di detersivo, aumentando a poco a poco il prodotto naturale anticalcare che in ogni caso non dovrete mai mescolare con quantità eccessive di detersivo.

Tutte queste soluzioni vi consentiranno di allungare la vita della vostra lavatrice e soprattutto di non incorrere in problematiche che vi possono portare via parecchio tempo. Oltre al fatto che se vi trovate con la lavatrice fuori uso rischierete di dover affrontare spese maggiori per la riparazione.

L’anticalcare fatto in casa inoltre vi da la possibilità di evitare il continuo acquisto di detersivi industriali, che spesso si accumulano nel vostro bagno, occupando in molti casi degli spazi utili che potete sfruttare diversamente.

la vostra lavatrice vi ringrazierà sicuramente. L’utilizzo di anticalcare fatto in casa avrà anche un effetto meno aggressivo sui vostri capi e vi consentirà, se volete di lavarli anche più spesso senza il pericolo di indebolire i tessuti, cosa che spesso succede con i detersivi industriali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.