CONDIVIDI

Spesso si strofinano a fondo i vetri, ma alla fine non si riesce mai a pulirli bene e rimane sempre qualche alone. Anche se si trovano molti tipi di prodotti commerciali per questa pratica, però in molti casi no ìn hanno l’effetto che desideriamo. In ogni caso c’è bisogno di una soluzione per rendere i vetri della vostre finestre finalmente trasparenti. Ci sono soluzioni diverse che si possono adottare e vi consentiranno di arrivare alla vostra soluzione. Spesso non è così difficile arrivare a risolvere questo problema, purchè sappiate come fare. Si possono preparare dei composti liquidi mescolando più ingredienti che potrete ottenere in poco tempo. Ecco un esempio di prodotti che potete utilizzare:

Rimedio con aceto e sapone per piatti

250 ml di acqua

100 ml di alcol

100 ml di aceto bianco

3 gocce di sapone liquido per i piatti

1 contenitore spray

Iniziate con il versare l’acqua nel contenitore spray, in seguito aggiungete l’alcol, poi l’aceto bianco e per ultimo il sapone per i piatti. Se volete versare tutto il contenuto in modo più semplice potete utilizzare un imbuto. Successivamente richiudete il contenitore con il tappo erogatore e agitate in modo energico per fare in modo che gli ingredienti si mescoino in modo ottimale.

Adesso avete questo mix di prodotti naturali che vi permetteranno di migliorare la pulizia dei vostri vetri; potete iniziare a testare subito il vostro prodotto, spruzzandolo sui vetri in modo uniforme lungo tutta la superficie; l’ideale è usare un foglio di giornale arrotolato.

Mentre spargete il prodotto, è importante compiere dei movimenti circolari; in breve tempo vedrete che i vetri saranno più puliti rispetto a quando utilizzate i soliti prodotti industriali.

Ci sono dei consigli che possono essere utili: ad esempio non fate la pulizia dei vetri dopo che ha piovuto o cumunque nei giorni in cui il meteo prevede della precipitazioni; il vostro lavoro sarebbe vano.

Consigli per evitare aloni

un altro consiglio è quello di evitare di fare la pulizia dei vetri nei casi in cui c’è la luce diretta del sole; questo perchè l’effetto della luce spesso vi farà rimanere tracce di aloni. Le stesse accortezze, nel caso della luce diretta sono previste per la pulizia degli specchi.

In molti casi la pulizia dei vetri non viene troppo presa in considerazione e questo è sbagliato; si perchè avere dei vetri puliti va a rendere più armonioso tutto l’ambiente, sia che siate da soli che in compagnia.

A questo proposito un consiglio che vale sempre è quello di usare dell’acqua distillata, la stessa che utilizzate per il ferro da stiro. Questo perchè l’acqua dei rubinetti spesso ha una quantità eccessiva di calcare e per questo motivo puà lasciare degli aloni sui vetri; quindi potete anche strofinare a più non posso ma con l’acqua sbagliata difficilmente otterrete dei risultati soddisfacenti.


Ci sono poi altre idee utili per la pulizia dei vetri che sono anche naturali; a questo proposito torniamo per un attimo alla carta di giornale; una particolarità di questa carta è che contiene del piombo; questa è una sostanza che vi aiuterà nella pulizia dei vostri vetri; questo perchè va a sostituire quelle sostanze contenute nei detersivi industriali.

Aceto funzione sgrassante

Un’altra soluzione è quella dell’aceto bianco, unito a un panno in microfibra o stoffa. In questo caso l’aceto viene utilizzato per la sua funzione sgrassante. È molto utile, ecologico e costa molto meno rispetto ai detersivi indutriali.
Munitevi di un panno di stoffa e di una boccetta di aceto bianco; per prima cosa date una prima passata con il panno asciutto, percorrendo tutta la superficie del vetro; in questo modo potrete eliminare tutti i rimasugli di polvere.

Successivamentebagnate leggermente il panno con l’aceto e passatelo su tutti i vetri almeno due volte, aumentando la pressione nei punti più difficili.

In questo modo i vostri vetri saranno finalmente puliti e molto più limpidi rispetto a prima; tutto questo si ottiene con un bicchiere di aceto per ogni litro d’acqua. In più, se volete andare ancora di più sulla sicurezza del risultato potete aggiungere del bicarbonato di sodio.

Un altra soluzione può essere, sempre con la carta di giornale; questa volta andiamo a inumidirla con dell’ammoniaca. Saranno sufficienti poche gocce; l’ammoniaca sarà in grado di rendere i vostri vetri molto limpidi; potete anche utilizzarla diluita; la quantità per ogni litro di acqua è di un tappo.

In questo modo eviterete di continuare a considerare la pulizia dei vetri come un’attività troppo faticosa, arrivando quasi ad “amarla”.

Perchè spesso quando non ottenete il risultato desiderato, la pulizia dei vetri può essere un’attività molto difficile e ostica.  

Questo perchè sopra i vetri si vanno ad accumulare diversi tipi di sporcizia; andiamo dalla polvere all’acqua piovana, alle tanto odiate impronte lasiate spesso sia da chi vive in casa, sia dai bambini.
Invece, se seguirete i nostri consigli, la pulizia potrà diventare non più difficile e neanche vi porterà via troppo tempo.

Pulire i vetri bene

Potete scegliere di dedicare un giorno fisso alla pulizia dei vetri, programmandolo prima; ad esempio anche durante le giornate molto afose e piene di umidità è bene scegliere di rimandare la pulizia.

Poi, osservate bene i vostri vetri; in questo modo potrete rendervi conto della quantità di sporcizia presente sulle superfici; ovviamente se è presente troppa polvere, è consigliabile passare sul vetro un panno asciutto come prima mossa, che precede poi il resto del trattamento con i prodotti che vi abbiamo descritto nei paragrafi precedenti.
Inoltre attraverso l’utilizzo di prodotti naturali, in molti casi adrete a risparmiare, rispetto all’acquisto di prodotti industriali

un altro fattore importante è quello che riguarda gli strumenti che dovrete usare; dipende se dovete pulire le superfici grandi o più piccole.

Se l’area da pulire non è eccessivamente estesa, potete usare dei panni in microfibra o di daino, o la sempre valida carta di giornale, che spesso viene preferita, perchè non lascia aloni.

Se invece vi trovate di fronte a vetri di dimensioni più estese, spesso presenti in casi più grandi dovrete usare delle aste telescopiche, strumenti che vi permettono di pulire arrivando in dei punti che normalmente non potreste raggiungere.

Successivamente potete utilizzare una scala, per lavorare più comodi. In questo modo potrete agire sui punti più nascosti come gli angoli delle vetrate, che spesso vengono lasciati in secondo piano rispetto alla maggior parte della superficie.

anche in questo caso è sempre raccomandabile usare dell’acqua distillata, che andrà a completare tutti gli ingredienti che vi servono per raggiungere il vostro risultato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.