CONDIVIDI

Spesso capita che avvertiamo un bruciore nella nostra parte intima ma cerchiamo di risolverlo sciacquandoci spesso. A volte il bruciore si elimina semplicemente con l’acqua altre volte c’è bisogno di un rimedio efficace. Quando dobbiamo preoccuparci e quando non si tratta di nulla di grave? Cerchiamo, in questo articolo, di capirne di più.

Prurito vaginale sintomi e soluzioni

Il prurito vaginale si manifesta con un senso di irritazione alla vulva e alla vagina e le cause sono di diversa origine. Per prima cosa sarebbe bene evitare di assumere  farmaci o disinfettanti senza aver effettuato un controllo dal ginecologo.

Per avere una diagnosi  è importante fare il tampone vaginale che ci dirà la causa dell’infezione e la corretta, efficace e mirata terapia da seguire. Le terapie, in base alla tipologia di infezione, sono sotto forma di creme vaginali, lavande o ovuli.

I pruriti vaginali diventano più intensi e più frequenti durante la notte e  oltre al prurito, portano bruciore e perdite vaginali. I pruriti vaginali, a causa di un’infezione, sono fastidiosi  anche durante i rapporti sessuali o durante la minzione.

I motivi spesso sono da ritrovare nei deodoranti e saponi usati o  ai residui di detersivo negli indumenti intimi. Ma la colpa può essere anche della biancheria intima sintetica e colorata o degli indumenti molto stretti.

Prurito vaginale cosa fare

La soluzione immediata è quella di una buona detersione. Bisogna detergere bene la parte intima con saponi che on irritano e sono ipoallergenici. Provate anche a mettere una crema da bambini (tipo mustela) che sicuramente servirà ad alleviare il fastidio .

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.