CONDIVIDI

L’obbligo di disporre di un Pos è ormai una norma a tutti gli effetti, poichè ha superato l’esame del Tar del Lazio. I giudici amministrativi hanno respinto il ricorso presentato tempo fa dagli architetti, dal prossimo 30 giugno le cose dovranno cambiare. Professionisti, artigiani e commercianti dovranno obbligatoriamente dotarsi di Pos per bancomat o carte di credito per pagamenti di importo superiore a 30 euro.

Per il Tar “il Decreto impone perentoriamente e in modo generalizzato che a decorrere dal 30 giungo 2014, i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito”. Pertanto, “a una prima e inevitabilmente sommaria valutazione – scrivono i giudici – l’atto impugnato non sembra viziato dalle illegittimità dedotte in ricorso, nè sotto il profilo della violazione di legge nè sotto quello dell’eccesso/sviamento del potere”.

Il decreto riguarda tutti i professionisti a prescindere dal reddito dichiarato l’anno precedente. La nuova legge ha lo scopo di favorire e promuovere l’uso della moneta elettronica a discapito del contante con l’obiettivo di aumentare la tracciabilità dei pagamenti. Una spiegazione che agli architetti non è andata giù: “L’obbligo di utilizzo del Pos da parte dei professionisti – ha detto il presidente dell’ordine Leopoldo Freyrie – nulla ha a che fare con i principi di tracciabilità dei movimenti di denaro, realizzabili semplicemente con il bonifico elettronico configurandosi, invece, come una vera e propria gabella medioevale impropriamente e ingiustamente pagata a un soggetto privato terzo, le banche, che, oltretutto, non svolgono alcun ruolo, nel rapporto tra committente e professionista”.

Secondo i professionisti, infatti un bonifico bancario costa la metà del pagamento via Pos e consente lo stesso risultato di tracciabilità. Il costo sostenuto dai professionisti, però, a giudizio del Tar “non è irreparabile”, anche perché dal prossimo 29 luglio entreranno in vigore le misure varata del ministero dell’economia per ridurre le commissioni sulle transazioni effettuate tramite Pos.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.