CONDIVIDI

Puntata Non è la D’urso. A Non è la D’Urso rivelazioni shock da parte della madre biologica del bambino che Pamela Prati e la sua agenzia avevano spacciato per il figlio adottivo della soubrette anni 90. Durante la trasmissione serale di Barbara D’Urso, la donna non ha mezze parole e dichiara che:

“Mi dissero che un produttore cercava un bambino di 10 anni come protagonista di una fiction. Iniziava così la richiesta di numerosi video, selfie e note vocali che facevano parte del copione che mio figlio avrebbe dovuto recitare. Nel copione, mio figlio interpretava Sebastian, un bambino italo-spagnolo che veniva dato in affido a un imprenditore. Gli era stato detto di non dirmi nulla perché era una sorpresa per me. Un giorno, la persona dell’agenzia mi disse che lo portava a fare una prova costume ma ho scoperto la verità in tv: portarono mio figlio a fare merenda con la finta mamma affidataria Pamela Prati e con Milena Miconi. Ora mi è crollato il mondo addosso. Agiremo per vie legali».

Pamela Prati e il caso Mark Caltagirone

Come ormai è noto, Pamela Prati aveva messo in scena (con l’ex Agenzia) un finto fidanzamento che si sarebbe coronato con un finto matrimonio la cui esclusiva sarebbe stata venduta a Verissimo. La truffa (mal riuscita) è stata architettata in primis da Donna Pamela , agente stretta della Prati e conseguentemente da Pamela Prati e Eliana Michelazzo (Titolare dell’agenzia). Tutto questo teatrino ovviamente è stato posto in essere per soldi: cachet da capogiro sia per l’esclusiva del matrimonio sia per tutte le ospitate televisive successive. La cosa grave, però, è stata soprattutto la finta adozione di due bambini , uno dei quali è stato usato e registrato per far credere fosse davvero il figlio della prima donna del bagaglino. Uno squallore che non ha eguali.

Caso Prati: quanto hanno guadagnato?

Secondo quanto rilasciato da Pamela Perricciolo (Donna Pamela) al Il Fatto Quotidiano, La Michelazzo avrebbe preso 7000 euro durante la puntata di Non è La D’Urso e altrettanti soldi la Prato sia come ospite Mediaset sia in Rai (A domenica In). Un giro di soldi incredibile per il caso più discusso dell’anno. Barbara D’urso, regina del trash indiscusso, ha avviamente cavalcato l’onda ed è riuscita a creare diverse puntate sul caso Prati facendo schizzare l’oudience più di quanto fosse previsto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.