Sciopero dei Forconi, i poliziotti si tolgono il casco a Torino: cosa c’è dietro?

Poliziotti-si-tolgono-il-casco-

Solidarietà o gesto per stemperare la tensione? Non si sa con certezza cosa ci sia dietro la decisione della Polizia di togliersi il casco durante lo sciopero dei Forconi. Il movimento ha parlato di “solidarietà con i manifestanti”, lanciando in rete video e foto che hanno rapidamente fatto il giro di siti internet e televisioni. La Questura di Torino ha però subito smentito tale interpretazione.

“Durante le manifestazioni di oggi, si sono tolti il casco, non lo hanno fatto in segno di solidarietà ma per il venir meno dello stato di tensione e delle esigenze di ordine pubblico – si legge in una nota – Trattasi, pertanto, di comportamento da considerare ordinario e correlato al venir meno dello stato di tensione e delle esigenze di ordine pubblico. A tale gesto non appare possibile, pertanto, riconnettere significati non attinenti alle regole d’impiego dei dispositivi individuali di protezione e, tantomeno, di condivisione delle istanze dei manifestanti.”

Questa nota sembrerebbe però smentita dalle dichiarazioni rilasciate da un poliziotto di Torino al Corriere della Sera “Io personalmente, e anche altri colleghi con cui ho parlato in piazza, lo abbiamo vissuto con spirito di solidarietà. Anche se è un gesto che qualche volta si usa fare per stemperare il clima. In questo caso, quando è arrivato un ordine in questo senso, lo abbiamo fatto davvero con piacere.”

Francesco (nome di fantasia), 38 anni, spiega il perché di tale gesto “Condividiamo i motivi che hanno spinto molta gente a scendere in piazza ieri. Le tasse troppo alte, gli stipendi bloccati, il disagio economico a cui dobbiamo sottoporre le nostre famiglie li viviamo sulla nostra pelle. E anche noi non ce la facciamo più. E se la situazione non cambia, e anche piuttosto in fretta, molti vorranno legittimamente unirsi alla protesta con gesti di disobbedienza civile.”  

http://www.youtube.com/watch?v=rXEwDY9kpFA

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.