CONDIVIDI

Gli estremi si incontrano e lo fanno all’asilo. Siamo a Piacenza ed è proprio qui, nel capoluogo emiliano, che si trova un asilo un po’ speciale. Questo percorso, chiamato “educazione intergenerazionale“, consiste nel far condividere la stessa struttura a piccoli e grandi in una sorta di asilo nido e centro anziani.

Le caratteristiche del progetto

Elena Giagosti, coordinatrice del progetto sperimentato ormai da alcuni anni da Unicoop, ha spiegato così che il progetto ha come obbiettivi “creare delle occasioni di incontro, come la cucina, la pittura, la lettura in cui le età si mescolino, le generazioni si fondano, partendo dalla constatazione che gli anziani e i bambini insieme stanno bene, e imparano gli uni dagli altri”.

I bambini, circa una quarantina, e gli anziani, quasi 80, sono ospitati in una grande struttura moderna di vetro e acciaio, finestre luminose che si affacciano sul verde circostante, spazi ampi e colorati.

I racconti

I luoghi sono ben divisi ma molte sono le attività in comune. La mattina, ad esempio, c’è un laboratorio di cucina e grandi e piccini si dilettano in queste attività. Giacomo Scaramuzza, 94 anni e giornalista della “Libertà”, racconta così la sua esperienza: “Quando sono venuto a vivere qui, non sapevo che ci fossero anche i bambini, per me che non ho avuto figli sono stati una scoperta incredibile, io partecipo a tutte le attività, con loro non c’è bisogno di parole, ci si capisce con gli sguardi, c’è uno scambio assolutamente naturale. Troppo spesso oggi le età non si incontrano, come se la vecchiaia fosse qualcosa da nascondere. Così invece è un po’ come passare il testimone…”.

Il progetto attivato a Piacenza è, per ora, solo l’unico nel suo genere in Italia, ma è già attivo in Francia e a Seattle dove la “Providence Mount St Vincent” è stata la prima scuola per l’infanzia inserita in un centro anziani ed è conosciuta in tutto il mondo grazie al progetto “Presente Perfect”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.