CONDIVIDI

Cenni storici e i monumenti di Perugia e Gubbio

perugia

Perugia e Gubbio sono due delle mete turistiche italiane più gettonate. Ricche di storia e cultura, attirano ogni anno tantissimi turisti. Perugia è tra le sei città italiane (le altre sono Cagliari, Matera, Ravenna e Siena) candidate a diventare Capitale Europea della Cultura nel 2019. Gubbio ha prestato la sua straordinaria bellezza al set della nota serie televisiva Don Matteo, fino allo scorso anno ambientata proprio nella città umbra. Conosciamo meglio questi due gioiellini nostrani!

Perugia

È capoluogo provinciale e regionale dell’Umbria. Il grande patrimonio artistico e le particolarità urbanistiche che racchiude in sé, unite alle straordinarie bellezze naturali circostanti, la rendono una città particolarmente suggestiva.

La storia

La sua nascita affonda le radici in tempi remoti, è stata infatti una delle principali città etrusche. Conquistata da Roma, Perugia fu fortemente coinvolta della guerra civile tra Antonio e Ottaviano, quest’ultimo la conquistò nel 40 a.C., la ricostruì e le diede l’appellativo di Augusta Perusia. Nel 493 venne conquistata dagli Ostrogoti di Teodorico, nel 548 venne assediata da Totila ed espugnata. Si aprì così un lungo periodo di dominazione bizantina, eccetto due brevi periodi di dominio longobardo. Successivamente Perugia passò sotto l’orbita papale, per poi essere riconosciuta Comune indipendente alleato dello Stato Pontificio. Seguirono varie lotte intestine che la portarono sotto il diretto controllo papale, un dominio che durò, tranne brevi intervalli durante l’occupazione francese e la Repubblica Romana, fino alla nascita del Regno d’Italia.

I monumenti

Perugia è ricca di luoghi d’interesse, tanto che risulta quasi impossibile annoverarli tutti. Il modo migliore per visitare questa splendida città è farlo lentamente, senza fretta, camminare tra le sue strade e guardarsi intorno, solo così si riesce ad assaporare ogni suo incantevole angolo. Tra le attrazioni principali citiamo le mura. Perugia dispone di due cinte murarie, una di epoca etrusca, visibile per alcuni lunghi tratti e in prossimità delle porte cittadine etrusche, l’altra di età medievale, il cui sviluppo raggiunse circa 6 km ed inglobò i borghi creatisi in corrispondenza delle cinque antiche porte. I siti archeologici presenti nella città sono: Il pozzo etrusco risalente alla seconda metà del III secolo a.C.; l’ipogeo dei Volumni, una tomba ipogea etrusca della seconda metà del II secolo a.C.; il mosaico di Orfeo e le fiere o di Santa Elisabetta (II secolo); l’ipogeo di Villa Sperandio (II secolo a.C.); la tomba etrusca di San Manno (III secolo a.C.); la strada romana di Piazza Cavallotti; i sotterranei del Museo del Duomo. Numerosi anche i luoghi d’interesse religioso. Da non dimenticare la Rocca Paolina: costruita tra il 1540 e il 1543 per volere di papa Paolo III, ha rappresentato, fino al 1860, il simbolo del potere papale sull’antico comune.

perugia_

Gubbio

Situata nella zona nord-orientale dell’Umbria, Gubbio è famosa per la sua secolare tradizione della ceramica, a tal proposito fa parte dell’Associazione Italiana Città della Ceramica.

La storia

Le sue origini risalgono al culmine della civiltà umbra, come testimoniano le Tavole Eugubine. Sotto i Romani ebbe il nome di Iguvium e poi Eugubium. Fu distrutta dai Goti nel 552 e venne ricostruita dai Bizantini. Nel 772 fu occupata dai Longobardi. Nel corso dell’XI secolo si costituì come libero Comune. Grazie alla sua florida attività manifatturiera raggiunse il massimo splendore nel XIV secolo, è in questo momento storico che si arricchì di monumenti e assunse il caratteristico impianto medievale che ancora oggi la caratterizza. Dal 1384 divenne parte del Ducato di Urbino, un periodo di relativa prosperità civile e artistica. A partire dal 1631 entrò a far parte dello Stato della Chiesa, sotto il quale conobbe un periodo di decadenza economica e politica. Fu unita all’Umbria poco dopo la nascita del Regno d’Italia.

I monumenti

Il monumento simbolo della città è il Palazzo dei Consoli, costruito all’inizio del XIV, si affaccia su Piazza Grande, nella parte alta di Gubbio. Altri palazzi importanti sono: palazzo Pretorio, palazzo Beni, palazzo del Bargello con la famosa fontana, e palazzo del Capitano del Popolo. Significative anche le chiese e il teatro romano, situato appena oltre le mura romane.

Guardate il video:

 

P

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.